MACCABI-JUVENTUS 2-0

Champions League, Maccabi Haifa-Juventus 2-0: gli ottavi sono un miraggio

Decide la doppietta nel primo tempo di uno scatenato Atzili, Allegri sempre più nel baratro

di
  • A
  • A
  • A

La Juventus crolla 2-0 contro il Maccabi Haifa, incappa nella terza sconfitta nel Gruppo H di Champions League e vede di fatto svanire la possibilità di qualificarsi agli ottavi. Serata da incubo per i ragazzi di Allegri, che vanno sotto dopo 7' per un colpo di testa di Atzili, perdono Di Maria per infortunio, poi subiscono senza reagire le iniziative dei padroni di casa, che al 42' raddoppiano ancora con Atzili. Nella ripresa la reazione è appena abbozzata e la sconfitta inevitabile.

LA PARTITA

Per la Juve è buio pesto. I bianconeri riescono a esaltare una squadra tecnicamente modesta come il Maccabi con una performance davvero desolante, totalmente priva di mordente, intensità e cattiveria, oltre che farcita di errori tecnici e di posizionamento. Allegri sbaglia in partenza con la scelta di Cuadrado a sinistra che lascia praterie a destra ai biancoverdi, si corregge parzialmente, ma poi deve fare i conti con il nervosismo e le continue imprecisioni di un gruppo sempre più lontano parente di ciò che era un tempo. Le prossime due dovevano essere le partite in cui giocarsi il passaggio agli ottavi con Psg e Benfica, ma con tutta probabilità saranno quelle in cui giocarsi l'accesso in Europa League, a distanza, col Maccabi.

I padroni di casa partono mettendo in campo un buon palleggio e dopo tre minuti vanno vicinissimi al vantaggio, ma il colpo di testa di Pierrot è centrale e trova il riflesso di Szczesny. La Juve è totalmente in bambola, sbaglia anche i passaggi più elementari e al 7' viene punita: cross di Cornud dalla sinstra, inserimento di Atzili, completamente dimenticato dalla difesa bianconera, e colpo di testa vincente che batte un rivedibile Szczesny. In campo ci sono solo i padroni di casa, che al 12' sfiorano il 2-0 con Chery, la cui punizione si stampa sulla traversa. La reazione della Juve è appena abbozzata e al 24' piove sul bagnato quando Di Maria si ferma per un dolore alla coscia e viene sostituito da Milik. Anche con le due punte la musica non cambia, i reparti bianconeri sono totalmente slegati, le palle buttate non si contano e al 35' è ancora Atzili, sfruttando l'ennesimo cross dalla sinistra, a disperarsi per il 2-0 mancato. Per l'israeliano è solo questione di tempo, visto che il gol arriva al 42', sull'ennesima palla persa in uscita dai bianconeri: marcatura morbida di Alex Sandro e siluro all'incrocio che trafigge Szczesny sul primo palo. Poco prima dell'intervallo Vlahovic va vicino al gol di testa con il primo tiro in porta di tutto il primo tempo bianconero, ma Cohen ha un riflesso felino e a Milik non riesce il tap-in vincente.

Nella ripresa il Maccabi abbassa parecchio il baricentro, la Juve prova a riversarsi tutta in avanti, sfiora il gol con Rugani al 54', ma subito dopo la spinta si esaurisce. Al 67' Lahoz lascia incredibilmente correre su un'evidente spinta di Cornud su Cuadrado lanciato la verso la porta, ma è di fatto l'ultima vera chance di riaprire la partita. Il finale di gara è solamente una lunga sequela di palloni buttati in avanti e cross sbagliati, fino al triplice fischio. Ancora nessuna vittoria in trasferta in stagione e all'orizzonte un derby che sa davvero tanto di ultima spiaggia.

LE PAGELLE

Atzili 8 - Approfitta di una squadra completamente nel pallone per segnare due grandi gol e regalarsi una serata indimenticabile.
Cornud 7 - A inizio primo tempo trova praterie sconfinate sulla sinistra e ne approfitta per far male, servendo anche l'assist dell'immediato 1-0.

Vlahovic 5 - Ha una grande chance nel finale del primo tempo, ma il riflesso di Cohen gli nega la gioia del gol. Prima e dopo la solita partita di lotta solo contro tutti, con tanti movimenti sbagliati e pochissimi palloni giocabili.
Paredes 4,5 - È sprofondato in un'incredibile fase involutiva. Sbaglia praticamente ogni passaggio tentato nel primo tempo e viene sostituito nell'intervallo.
Alex Sandro 5 - Tranne per qualche accenno nella ripresa spinge poco e male, ma fa ancora peggio in difesa.  Davvero da dimenticare la marcatura su Atzili in occasione del 2-0.
Cuadrado 5,5 - Non salta più l'uomo, i suoi cross sono quasi sempre sbagliati, ma in una serata in cui nessuno può strappare la sufficienza è almeno uno degli ultimi ad arrendersi e a correre fino al 94'.

IL TABELLINO

Maccabi Haifa-Juventus 2-0
Maccabi Haifa (4-3-3): Cohen 7; Sundgren 6,5, Batubinsika 6,5, Goldberg 6,5, Cornud 7 (26' st Menachem 6); Lavi 7, Mohamed 7 (41' st Tchibota sv), Chery 7; Atzili 8 (21' st Seck 6), Pierrot 7 (41' st Rukavytsya sv), David 6,5 (26' st Abu Fani 6).
Allenatore: Bakhar 7,5
Juventus (4-4-2): Szczesny 5; Danilo 5,5 (23' st Kean 5,5), Bonucci 5,5, Rugani 5,5, Alex Sandro 5 (29' st Soulè 6); Cuadrado 5,5, Paredes 4,5 (1' st Locatelli 5,5), McKennie 5 (1' st Kostic 5,5), Rabiot 5,5; Di Maria 5 (24' Milik 5), Vlahovic 5.
Allenatore: Allegri 4
Arbitro: Lahoz
Marcatori: 7' e 42' Atzili (M)
Ammoniti: Cornud (M), Locatelli (J)
Espulsi:

LE STATISTICHE

- La Juventus non aveva mai perso tre delle prime quattro partite di una fase a gironi di Champions League.
- La Juventus ha perso quattro trasferte di fila in tutte le competizioni per la prima volta dal 2010 (cinque).
- La Juventus ha mancato l’appuntamento con il gol per tre trasferte di fila in tutte le competizioni per la prima volta dal 2005.
- La Juventus ha eguagliato il proprio peggior risultato per gol subiti dopo quattro partite nella fase a gironi di Champions League: sette come nel 2002/03 (secondo girone) e nel 2013/14.
- Il Maccabi ha segnato tanti gol oggi (due) quanti nelle precedenti nove partite di Champions League messe insieme.
- La Juventus ha subito gol per sei partite europee consecutive per la prima volta da dicembre 2013.
- La Juventus ha subito gol in tutte le ultime cinque trasferte disputate contando tutte le competizioni.
- Omer Atzili ha segnato il suo primo gol in Champions League, dopo quattro presenze e 10 conclusioni.
- Omer Atzili è solo il secondo giocatore del Maccabi Haifa a segnare più di una rete in una partita di Champions League, dopo la tripletta di Yakubu contro l'Olympiakos nel settembre 2002.
- Massimiliano Allegri ha raggiunto oggi le 100 gare da allenatore in competizioni europee (inclusi preliminari).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti