LIVERPOOL-ATALANTA 0-2

Champions League, Liverpool-Atalanta 0-2: la Dea domina ad Anfield con Ilicic e Gosens

La squadra di Gasperini ha chiuso la pratica in quattro minuti vendicando il ko di Bergamo

di
  • A
  • A
  • A

Impresa dell'Atalanta che ha battuto 2-0 il Liverpool ad Anfield nella quarta giornata di Champions League. I nerazzurri di Gasperini hanno vendicato la sconfitta di Bergamo dominando la sfida in Inghilterra per larghi tratti e chiudendola nel giro di quattro minuti a metà ripresa. Prima Ilicic in spaccata al 60' ha sfruttato l'assist di Gomez, poi al 64' è toccato a Gosens il pallone del raddoppio. Nerazzurri a quota sette punti nel gruppo D.

LA PARTITA

Dopo lo 0-5 di Bergamo si era parlato di "lezioni da imparare" come dopo la cinquina subita dal Manchester City nella scorsa edizione di Champions League, poi rimediata dall'1-1 interno. In questo caso l'Atalanta non solo la lezione l'ha imparata alla grande, ma nell'interrogazione di Anfield - forse la scrivania più importante d'Europa - ha discusso una tesi magistrale incredibile, vincendo là dove poche italiane ce l'hanno fatta (ora sono cinque) e in Inghilterra nessuno passa da oltre sessanta partite. La Dea si è presa Anfield, lo ha fatto con merito dominando la partita contro la squadra di Klopp sì in emergenza, ma comunque di livello altissimo. Di Ilicic e Gosens gli autografi che rimarranno nella storia del club, ma è stata la prova di squadra ad impressionare tenendo più che aperto il discorso qualificazione agli ottavi di Champions League.

Insomma, per la 200.a panchina con l'Atalanta, mister Gasperini si è regalato forse la sua impresa singola più importante andando a comandare a piacimento in casa del Liverpool. Lo ha fatto mescolando le carte rispetto alla partita "d'andata" e al recente passato nerazzurro, rinunciando al centravanti di ruolo e passando a cinque a centrocampo lasciando a Ilicic e Gomez il compito di creare spazi per i compagni grazie al fraseggio stretto. Il tutto accompagnato da una pressione alta sui portatori di palla inglesi, ma senza lasciare modo ai Reds di trovare l'imbucata alle spalle dei difensori come accaduto a Bergamo. Vuoi per le tante assenze nello scacchiere di Klopp, vuoi per la partita perfetta in copertura di centrocampo e difesa, il piano tattico di Gasperini ha funzionato alla grandissima, se è vero che il primo tiro del Liverpool - nemmeno vicino allo specchio difeso da Gollini - è arrivato al minuto quarantaquattro.

Prima l'Atalanta aveva sfiorato il vantaggio con Gosens che non ha sorpreso Alisson e poi con Gomez a fil di palo, giostrando il gioco col palleggio e mancando solo nell'ultimo passaggio, dando sempre l'impressione prima dell'intervallo di eccedere sempre di uno o due tocchi sul più bello. La questione però è stata sistemata nella ripresa dove la Dea, poco prima del poker di cambi studiato da Klopp con i "titolari" pronti a subentrare, ha trovato la chiave giusta per aprire il match. Al 60' Gomez, decentratosi sulla sinistra, ha pennellato in area un pallone che Ilicic con un movimento da centravanti vero bravo a svincolarsi dalle marcature dei centrali ha deviato in rete in spaccata per il suo gol numero 50 in nerazzurro. Nemmeno il tempo per i quattro nuovi entrati di dare le nuove indicazioni ai compagni che l'Atalanta ha raddoppiato con un'azione del tutto simile; Gomez si libera sulla sinistra, crossa in mezzo questa volta per il solito inserimento dell'esterno opposto, alias Hateboer, e sponda vincente per Gosens tutto solo in area. Zero a due.

Da lì in poi è solo prova di maturità per la banda di Gasperini che non perde più un contrasto in mezzo al campo e un duello aereo in difesa. Strappando con grinta - e soprattutto merito - un successo storico ad Anfield. La seconda italiana a farlo in Champions. Applausi.

--

LE PAGELLE

Romero 7,5 - Partita perfetta contro gli attaccanti del Liverpool. Preciso in anticipo per tutto il primo tempo su Origi e non solo, nella ripresa vince anche i duelli sul piano fisico dimostrando una certa maturità.

Gomez 7,5 - Pur spostandosi continuamente è il punto di riferimento dell'attacco nerazzurro. Tutte le azioni passano dai suoi piedi e nella ripresa accende la luce dando il via sia al gol di Ilicic, assist diretto preciso al centimetro, sia a quello di Gosens con l'aiuto di Hateboer.

Pessina 6,5 - Titolare nell'inedito 3-5-2 di Gasperini, mette in campo una prova di grande personalità. Passaggi precisi e appoggio ai due attaccanti costante. Anche in fase difensiva non ha permesso agli avversari di ragionare col pallone tra i piedi.

Ilicic 7 - Trova il gol che potrebbe svoltargli la stagione tanto quanto all'Atalanta stessa. Movimento da centravanti a scivolare a fianco dei due centrali e rete in acrobazia. Conferma i progressi delle ultime settimane e, chissà, chiude il periodo più difficile della carriera.

Gosens 7 - Il tap-in da due passi che vale il raddoppio è il premio per la solita partita ad arare la fascia sinistra. E' il primo ad impegnare Alisson dominando la sua parte di campo.

Salah 5 - Spento, mai in partita. Non mette in campo le sue proverbiali accelerazioni e la sua unica conclusione finisce direttamente in gradinata.

--

IL TABELLINO

LIVERPOOL-ATALANTA 0-2
Liverpool (4-3-3):
Alisson 6; N. Williams 5, R. Williams 5,5, Matip 5 (40' st Minamino sv), Tsimikas 5 (16' st Robertson 5,5); Jones 5,5, Wijnaldum 5 (16' st Fabinho 5), Milner 5,5; Salah 5 (16' st Firmino 5), Origi 5 (16' st Jota 5), Mané 5. A disp.: Adrian, Kelleher, Cain, Clarkson, Koumetio. All.: Klopp 5.
Atalanta (3-5-2): Gollini 6; Toloi 6,5, Romero 7,5, Djimsiti 7; Hateboer 6,5, Pessina 6,5 (40' st Miranchuk sv), De Roon 7, Freuler 6, Gosens 7 (30' st Mojica 6); Ilicic 7 (25' st Zapata 6), Gomez 7,5. A disp.: Rossi, Sportiello, Palomino, Lammers, Muriel, Piccini, Ruggeri, Scalvini, Panada. All.: Gasperini 7.
Arbitro: del Cerro Grande (Spagna)
Marcatori: 15' st Ilicic, 19' st Gosens
Ammoniti: Tsimikas (L); De Roon (A)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

L'Atalanta è la seconda squadra in grado di battere il Liverpool ad Anfield in competizioni europee negli ultimi sei anni (dopo l'Atletico lo scorso marzo).

L'Atalanta è solo la seconda squadra italiana a vincere ad Anfield contro il Liverpool in Champions League, dopo la Fiorentina nel dicembre 2009.

L'Atalanta è la seconda squadra italiana a vincere quattro trasferte consecutive di Champions League, dopo la Juventus (due volte, nel 2017 e nel 2018).

Il Liverpool ha tentato un solo tiro nei primi 45 minuti, il suo peggior risultato in un primo tempo di UCL dal novembre 2014 (v Real Madrid) e il suo peggior ad Anfield nel nuovo formato della competizione (dal 2003/04).

Il Liverpool non ha registrato neanche un tiro nello specchio in una partita di Champions League ad Anfield per la prima volta nel nuovo formato della competizione (dal 2003/04).

Josip Ilicic ha realizzato il suo 50º gol con l'Atalanta in tutte le competizioni, ritrovando la rete che mancava dallo scorso marzo.

Alejandro Gómez conta ora una rete e due assist in questa Champions League, lo stesso identico bottino della scorsa stagione ma giocando meno della metà delle partite (4 v 9).

Entrambe le reti di Robin Gosens in Champions League sono arrivate in trasferta.

Gian Piero Gasperini ha collezionato oggi la sua 200ª partita sulla panchina dell'Atalanta in tutte le competizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments