Calcio ora per ora

ceferin contro la fifa: "allargare Mondiali abbassera' qualita'"

Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin, in visita oggi a Belgrado,

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin, in visita oggi a Belgrado, non ha escluso la creazione di una Lega regionale di calcio, nonostante i rischi legati a una tale iniziativa. "Io non escludo la possibilita' di formare una Lega regionale. Tuttavia organizzare una tale Lega nella nostra regione o nel territorio della ex Jugoslavia e' attualmente molto rischioso", ha detto Ceferin, che proviene dalla Slovenia. Parlando a margine della presentazione di un nuova trasmissione televisiva sportiva, Ceferin si e' riferito al tempo stesso al recente mondiale del Qatar vinto dall'Argentina, osservando come al secondo e terzo posto si siano classificate squadre europee - Francia e Croazia. "Nonostante per la prima volta dal 2002 a vincere il Mondiale sia stato un Paese non europeo, all'ultimo torneo hanno nuovamente dominato nazionali europee, conquistanto secondo e terzo posto. Il calcio europeo e' davanti agli altri, avendo la concorrenza solo di Brasile e Argentina, i cui calciatori tuttavia giocano tutti in Europa", ha affermato Ceferin, che ha detto di non condividere il progetto della Fifa di allargare la partecipazione ai prossimi Mondiali. "E' un problema della Fifa, ma a mio parere si abbassera' la qualita'. Vi saranno piu' partite poco interessanti. Ma cio' non e' un problema dell'Uefa, e proprio per questo l'Europeo e' qualitativamente migliore del mondiale". Ceferin, che e' stato ricevuto dal presidente serbo Aleksandar Vucic, ha visitato la sede della Federcalcio serba a Belgrado incontrando i dirigenti locali. A suo dire la Serbia, che offre un calcio di qualita' e che ha grandi potenzialita' di miglioramento in campo internazionale, potrebbe presto organizzare un importante torneo sotto l'egida della Uefa. Un tema questo affrontato anche con Vucic, che aveva illustrato i vasti investimenti messi in campo dal governo per la costruzione di nuovi e moderni stati a belgrado e in diverse altre citta' del Paese.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti