Russia: Capello si è dimesso

Arrivata l'ufficialità: il contratto sarebbe scaduto nel 2018

  • A
  • A
  • A

L'avventura di Fabio Capello alla guida della Nazionale russa è conclusa. La Federcalcio russa ha raggiunto un accordo con Fabio Capello per la rescissione del suo contratto da ct della nazionale. Lo riporta l'ufficio stampa dell'Unione calcistica citato dall'agenzia Tass. La rottura definitiva dopo il ko con l'Austria a inizio giugno nelle qualificazioni a Euro 2016. Il successore dovrebbe essere Leonid Slutsky del Cska Mosca.

Prima la controversia per il mancato pagamento dello stipendio risolta solo qualche giorno fa, poi sono anche arrivati i cattivi risultati: appena 8 punti, di cui 3 a tavolino, in sei partite e qualificazione a Euro 2016 decisamente in salita.

Nonostante un contratto fino al 2018 (anno dei Mondiali proprio in Russia), la Federcalcio locale ha preso atto del fallimento del progetto e ha deciso di cambiare. Per il bene di tutti gli attori di un'avventura cominciata bene ma che non è finita altrettanto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments