INGHILTERRA

Premier League: trentesima gioia per il Liverpool, straripa il City, Sheffield con vista Europa

I Reds vincono anche a Brighton: 3-1 con doppietta di Salah. Guardiola si regala un 5-0 sul Newcastle, alle Blades la sfida con i Wolves

  • A
  • A
  • A

Il Liverpool vince anche a Brighton e trova il trentesimo successo in 34 partite di Premier League: a firmare il 3-1 sono Henderson e Salah con una doppietta. Squillante vittoria per il Manchester City, che grazie a Jesus, Mahrez, Silva, Sterling e all'autorete di Fernandez, abbatte per 5-0 il Newcastle. Vittoria in extremis con profumo d'Europa per lo Sheffield: l'1-0 sul Wolverhampton arriva al 93' grazie a Egan. West Ham ko: il Burnley fa 1-0.

BRIGHTON-LIVERPOOL 1-3
Arriva la vittoria numero 30 in 34 partite di campionato per il Liverpool di Jurgen Klopp, già campione d'Inghilterra ma che non sembra avere alcuna intenzione di fermarsi. E che ci mette appena un paio di minuti, nelle fasi iniziali della sfida dell'Amex Stadium, ad avere ragione della resistenza di un Brighton la cui classifica comunque rimane tranquillizzante (i punti di vantaggio sulla zona retrocessione sono 9). I Reds non hanno affatto la pancia piena e lo dimostra l'azione che porta al gol di Salah al 6': il Brighton infatti palleggia pigramente nella sua trequarti di campo, ma il pressing asfissiante degli ospiti porta Propper all'errore e per Naby Keita è facile servire all'egiziano il pallone del vantaggio. E già all'8' è 2-0, quando lo stesso Salah appoggia al limite per Jordan Henderson, che con un bolide di destro insacca. La partita è già sostanzialmente chiusa, ma il Brighton non rinuncia a giocarla. Così Trossard e due volte Maupay vanno vicino al gol, e al 45' lo trova proprio Trossard, bravo ad arrivare sul cross di Lamptey e schiacciare in rete di controbalzo. Nella ripresa il Liverpool non vuole correre rischi e controlla agevolmente le operazioni. Oxlade-Chamberlain costringe Ryan a un bell'intervento, quindi è Salah a cercare la doppietta non ingannando il portiere di casa. All'ora di gioco ci sarebbe una colossale occasione per il pareggio, ma Dan Burn non la sfrutta. E così il Liverpool chiude definitivamente la contesa grazie al colpo di testa di Salah al 76', su corner battuto da Robertson.

MANCHESTER CITY-NEWCASTLE 5-0
Il City ormai non ha più nulla da chiedere alla stagione: con la vittoria del Liverpool in campionato, la classifica perde buona parte del suo valore. Il Newcastle è abbastanza sicuro di essere salvo, ma è anche piuttosto lontano dalla zona Europa. Una partita tra squadre che, apparentemente, non hanno molto da domandare. Non la pensano così, però, gli uomini di Pep Guardiola. Scendono in campo decisi e attaccano subito gli ospiti, andando presto in vantaggio: Silva serve Jesus, che realizza di destro al 10’. I padroni di casa proseguono nella loro manovra e al 21’ raddoppiano con Mahrez, servito da De Bruyne. Il Newcastle fa poi harakiri e Fernandez segna nella sua porta al 58’, mentre Silva cala il poker al 65’. La quinta rete arriva al 91’, con Sterling. Una vittoria che poco cambia in ottica classifica: il Manchester sale a quota 69 punti, mantenendo una distanza di 9 lunghezze sul Chelsea terzo. Da parte sua, il Newcastle vanta già 16 punti sulla zona retrocessione e non aveva bisogno di ulteriori punti per il suo campionato. Il risultato, in fondo, non ha scontentato nessuno. Nonostante le cinque reti subite dagli ospiti. 

SHEFFIELD UNITED-WOLVERHAMPTON 1-0
Una sfida per l’Europa: questo è l’obiettivo per lo Sheffield, che deve vincere per scavalcare l’Arsenal e portarsi a meno uno proprio dal Wolverhampton. Una partita che, se non vale la stagione, è comunque fondamentale. Lo sanno i padroni di casa, lo sanno gli ospiti: il gioco è lento, ma lo Sheffield prende coraggio con l’andare del tempo e McBurnie impegna seriamente Patricio, che riesce a evitare il peggio per i suoi. Intimoriti, i Lupi reagiscono con Neves, che centra la traversa da fuori area. Nessuna delle due squadre, però, sembra fare sul serio e a metà gara il risultato rimane sullo 0-0. Nel secondo tempo, l’incontro pare movimentarsi, ma nessuna delle due formazioni riesce a prevalere: il Wolverhampton crea, ma sbaglia, lo Sheffield fa lo stesso e il match sembra avviato al pareggio. Al 93esimo, la beffa per gli ospiti nasce dagli svilupii di un corner: Egan infila di testa, mandando il pallone di poco sotto la traversa. Festeggia la squadra di casa, che scavalca l’Arsenal ed è ora settima, a un punto degli avversari. 

WEST HAM UNITED-BURNLEY 0-1
Tre punti per allontanare lo spettro della retrocessione: questo l’imperativo per il West Ham, che a quota 31 punti deve vincere per provare a garantirsi la permanenza in Premier. Ecco, allora, che i padroni di casa provano a giocarsi tutto assediando il Burnley per tutto il primo tempo, sbagliando però troppo in conclusione. Il West Ham, quindi, paga dazio e subisce la dura legge del gol al 38’: il Burnley punisce i padroni di casa con Rodriguez che finalizza un cross di Taylor e porta i suoi in vantaggio. Nella ripresa gli ospiti prendono in mano la gara e neutralizzano i tentativi di reazione della formazione di casa, aggiudicandosi i tre punti. Il West Ham resta a +4 dalla zona calda, ma la classifica potrà dare qualche pensiero agli uomini di Moyes: Aston Villa e Bournemouth, in caso di vittoria, si porterebbero a -1. Come se ciò non bastasse per sentire il fiato sul collo, il Watford ieri si è imposto 2-1 sul Norwich. I Golden Boys, così, si trovano a quota 31, esattamente come il West Ham. La volata per la salvezza è lanciata.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments