Premier League, Manchester City-Leicester 1-0: Kompany riporta Guardiola in vetta

La prodezza del capitano vale l'ennesimo sorpasso nei confronti del Liverpool, ora a -1

  • A
  • A
  • A

Il Manchester City batte per 1-0 un coriaceo Leicester e torna in testa alla Premier League, riportandosi a +1 sul Liverpool. Partita complicata per gli uomini di Guardiola, che creano diverse occasioni da gol ma sbattono sistematicamente contro il portiere Schmeichel. C'è anche una traversa di Aguero, poi al 70' una sassata di Vincent Kompany, il capitano del City, rompe l'equilibrio. E il suo gol può pesare tantissimo nella corsa al titolo.

Una resistenza all'Etihad Stadium durata più di un'ora, quella del Leicester che suo malgrado stava per tramutarsi nell'arbitro della corsa alla Premier League. E un Manchester City con lo spettro del mancato sorpasso al Liverpool, si aggrappa ai suoi uomini simbolo, i suoi trascinatori, le sue bandiere. E proprio uno di loro risolve la partita forse più complicata nella corsa verso il titolo degli uomini di Guardiola: si tratta del capitano, Vincent Kompany, un giocatore che sanguina in Sky Blue da undici stagioni. E che con il guizzo che nessuno si sarebbe aspettato trova il gol dell'anno, sia per bellezza che per importanza. Il Liverpool torna infatti secondo e il City sente di aver completato un passo forse fondamentale per la conferma del titolo di campione d'Inghilterra.

Già nel primo minuto di partita il City conquista un calcio d'angolo, e per gli Sky Blues sembra l'inizio di una serata molto promettente. Già con il trascorrere dei minuti, però, Guardiola e i suoi giocatori si rendono conto che il Leicester non ha intenzione di stendere tappeti rossi davanti ai campioni d'Inghilterra in carica. Sono infatti Zinchenko sulla fascia sinistra e Aguero a tutto campo a provare a scardinare la difesa delle Foxes, che però tiene. E quando Foden riesce a trovare lo spazio per andare al tiro, al 12', è Schmeichel a dirgli di no con una grande parata. Gli ospiti però non stanno solo a guardare e al 14' su una bella ripartenza arriva la prima occasione del Leicester, con Tielemans che prova il destro dal limite ma non inganna Ederson. Per il resto del primo tempo è quasi solo City, che attacca in maniera continua ma spesso disordinata. E così al 18', sugli sviluppi di un corner, Sterling manca la conclusione al volo, il pallone finisce a Foden che spara alle stelle la sua. Dopo alcuni tentativi falliti da Sterling, David Silva e Gundogan, alla mezz'ora arriva l'episodio che potrebbe cambiare la partita: Aguero interviene di testa su un cross dalla sinistra, la palla si infrange sulla traversa e un sensazionale Schmeichel lo smanaccia fuori dalla porta. La Goal Line Technology certifica che il pallone non ha varcato la linea, e il City è costretto a ripartire. Continuando a restare in attacco: al 33' Kompany spizza al centro, allontana Ricardo Pereira e David Silva piomba sul pallone, ma la sua conclusione termina larga. Sono quindi Bernardo Silva e Gundogan a tentare ancora invano la via del gol.

Dopo un primo tempo del genere, all'Etihad Stadium la sensazione che si possa trattare di una partita stregata inizia a serpeggiare. E i primi minuti della ripresa sembrano non smentire l'indicazione, dato che Bernardo Silva sbaglia il tiro dopo una grande azione e poi è Sterling a spedire il pallone sopra la traversa dopo un colpo di testa da ottima posizione. Sterling e Foden ci provano da lontano, Aguero prova a sfidare in dribbling la difesa del Leicester che però riesce a contrastarlo. E per poco non arriva il gol beffa, quando al 63' sono gli ospiti a prestarsi di nuovo dalle parti di Schmeichel, ma Maddison apre troppo la conclusione sul secondo palo e la sfera rotola di poco sul fondo. Guardiola si gioca la carta Sané, Schmeichel vola ancora su Aguero dopo un erroraccio di Evans in piena area. Quindi al 70' è Kompany, indisturbato a 25 metri dalla porta, a trovare il tiro della vita, con il suo incredibile destro da fuori area e il pallone che si infila nel sette, dove nemmeno il portiere delle Foxes potrebbe arrivare. Sterling e Sané vanno vicino al raddoppio, ma all'86' è l'ex Iheanacho ad avere la colossale occasione per il pareggio del Leicester. Che non arriva, e il City è davvero vicinissimo al titolo. Grazie all'incredibile intuizione del suo capitano.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments