INGHILTERRA

Premier League: il Leicester si fa fermare sullo 0-0 dal Wolverhampton

Gli uomini di Brendan Rodgers nel finale rimangono in dieci, soffrono ma portano a casa un punto

  • A
  • A
  • A

Nella sfida della 26esima giornata di Premier League il Leicester di Brendan Rodgers pareggia 0-0 con il Wolverhampton, manca il sorpasso sul Manchester City (una partita in meno) secondo in classifica ed ora è a -1 dai Citizens. I Wolves ora sono a -3 dalla zona Europa. Primo tempo avaro di emozioni, il gol di Boly viene annullato per un fuorigioco millimetrico. Al 76’ il Leicester rimane in dieci dopo l’espulsione di Choudhury, rischia nel finale ma riesce a non subire gol.

Il Leicester si fa fermare sullo 0-0 dal Wolverhampton al Molineux Stadium con qualche brivido di troppo e un’espulsione che poteva costare cara. Ora in classifica la squadra di Brendan Rodgers è a -1 sul Manchester City che ha una partita in meno, sorpasso mancato per le Foxes. I Wolves dopo questo pareggio sono a -3 dalla zona Europa. Nel primo tempo gli ospiti iniziano subito a prendere le misure agli avversari e schiacciano i padroni di casa nella loro metà campo, ma la prima occasione è per i Wolves che dopo undici minuti vedono Diogo Jota impegnare Schmeichel. Gli ospiti tengono il possesso del pallone, il Wolverhampton si chiude e aspetta di trovare degli spazi davanti per scatenare la velocità dei suoi attaccanti in ripartenza. La squadra di Rodgers riesce a produrre solo un colpo di testa di Soyuncu parato senza particolari problemi da parte di Rui Patricio, poi Schmeichel serve una ghiotta occasione agli avversari sbagliando un passaggio ma Pedro Neto perde la coordinazione al momento decisivo e spara alle stelle. Nel finale di frazione il Leicester perde ritmo e percentuale di possesso palla, crescono i Wolves che guadagnano fiducia e poco prima dell’intervallo si vedano annullare dal Var il vantaggio di Boly per un fuorigioco millimetrico. 

La ripresa si apre con un guizzo di Pereira, la conclusione del terzino portoghese per poco non inquadra lo specchio della porta. Maddison protesta con l’arbitro per un rigore ma il direttore di gara è di opinione differente, si continua a giocare. Il Leicester continua a orchestrare azioni offensive senza però riuscire a sfondare l’opposizione dei padroni di casa e al 76’ arriva la svolta che potrebbe cambiare l’inerzia della partita in favore della squadra di Nuno Espirito Santo: secondo giallo per Choudhury che va sotto la doccia prima dei compagni. Nel finale i padroni di casa provano a vincere ma senza la necessaria convinzione, l’occasione più concreta è il colpo di testa di Raul Jimenez, ma la sua mira è sbagliata e la sfera rimbalza oltre la linea di fondo. L'arbitro fischia la fine, pericolo scampato per le Foxes.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments