PREMIER LEAGUE

Premier League, il Leicester affonda in casa: poker Newcastle e zona Champions a rischio

Serata da dimenticare per le Foxes: gli ospiti vincono 4-2 con reti di Willock, Dummett e Wilson (doppietta). Inutili i gol di Albrighton e Iheanacho nel finale

  • A
  • A
  • A

La 35a di Premier League inizia con una sorpresa: il Newcastle batte 4-2 il Leicester terzo in classifica con le reti di Willock (22’), Dummett (34’) e Wilson (doppietta, al 65’ e al 74’), conquistando l’obiettivo salvezza. Inutili i gol di Albrighton all’80’ e Iheanacho all’87’, adesso la squadra di Rodgers rischia: Chelsea e West Ham sono pronti all’assalto nelle ultime giornate e a spezzare il sogno Champions delle Foxes.

Getty Images

Irriconoscibile. Non c’è altro aggettivo per definire un Leicester mai in partita se non a giochi ormai fatti, tramortito dalla furia agonistica di un Newcastle alla ricerca dei punti necessari ad affrontare con la massima tranquillità le ultime tre di campionato. La squadra allenata da Brendan Rodgers, già reduce dal deludente pareggio di Southampton, illude con un ampio possesso palla, ma subisce sin dalle prime battute la voglia dei Magpies: non è un caso, infatti, che la prima occasione di rilievo arrivi, al 16’, dai piedi di Saint-Maximin, con Schmeichel attento ad evitare il peggio. Il portierone danese, però, non può nulla pochi minuti dopo, al 22’, quando una topica difensiva di Soyuncu permette a Joe Willock di involarsi tutto solo verso la porta avversaria e di portare i bianconeri, questa sera in giallo, in vantaggio. La rete non scuote le Foxes, che invece restano (è proprio il caso di dirlo) nella propria tana. Ne approfittano gli uomini di Steve Bruce, che colpiscono anche nell’occasione successiva, al 34’: corner dalla destra di Ritchie, Paul Dummett svetta di testa e raddoppia.

La reazione dei padroni di casa è minima, il canovaccio tattico non cambia nemmeno nella ripresa e il Newcastle sfrutta altri due contropiedi micidiali per chiudere definitivamente la pratica al King Power Stadium: è Callum Wilson a segnare sia la terza sia la quarta rete, prima al 65’, sfuggendo alla marcatura dell’ex atalantino Castagne, e poi al 74’, con l’efficace ribattuta dopo aver colpito il palo con una prima conclusione. Il gran destro di Marc Albrighton all'80' e il rasoterra mancino di Kelechi Iheanacho sette minuti dopo rendono solo meno netto il divario: finisce 4-2 per il Newcastle, un risultato che di fatto regala la salvezza ai Magpies. Il Leicester, dall'altra parte, non solo manca un’occasione importante per avvicinare il secondo posto, ma deve anche guardarsi alle spalle per non perdere, come l’anno scorso, la qualificazione alla Champions all’ultimo respiro.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments