SPAGNA

Liga: poker del Barcellona all'Alavés, il Siviglia passa a Maiorca

I blaugrana si impongono per 4-1 con le reti di Griezmann, Vidal, Messi e Suarez. Valverde stacca il Real e va a +5 sugli andalusi, che vincono per 2-0 in trasferta

  • A
  • A
  • A

Nel 18esimo turno di Liga il Barcellona batte per 4-1 l'Alavés al Camp Nou. Griezmann (14') e Vidal (45') portano i catalani sul doppio vantaggio, un colpo di testa di Pere Pons (56') riapre il match. Dopo alcuni minuti di sofferenza, il sinistro di Messi (69') ristabilisce le distanze. Il poker arriva al 75' con il rigore di Suarez. Barcellona in testa a +3 sul Real Madrid e a +5 sul Siviglia, vittorioso per 2-0 a Maiorca (gol di Diego Carlos e Banega).

MAIORCA-SIVIGLIA 0-2
Il Siviglia manda un messaggio a Barcellona e Real Madrid: per la corsa alla vittoria del campionato, quest'anno, non si potranno lasciare punti per strada. Gli andalusi fanno infatti il loro dovere e vincono sul campo del Maiorca in maniera convincente, con un gol per tempo e senza dare mai l'impressione di una partita che possa essere riaperta. L'altra faccia della medaglia è la classifica dei balearici, che hanno solo un punto di vantaggio sul Celta Vigo terz'ultimo (ma che domani avrà l'occasione di tentare il sorpasso). A iniziare meglio la partita è il Maiorca, con una conclusione di Lago Junior che però sorvola la traversa. Il Siviglia però reagisce quasi subito: Ocampos viene chiuso sul più bello, El Haddadi alza troppo la mira con un gran bolide dalla distanza e alla fine gli andalusi passano: è Diego Carlos ad andare a segno al 20' con un colpo di testa vincente su corner battuto dall'ex interista Banega, sfruttando anche un'uscita a viole del portiere di casa Manolo Reina. Budimir potrebbe pareggiare con un siluro che però sfiora il palo, quindi arriva anche il Var ad annullare una rete ai padroni di casa. Nella ripresa però il Maiorca non riesce più a impensierire i Rojiblancos con la continuità mostrata nelle fasi conclusive del primo tempo, tanto che il più vicino ad andare al gol è Ocampos con una conclusione rasoterra che non inganna Manolo Reina. Al 63' arriva quindi il pestone di Baba Mohammed ai danni di Joan Jordan: l'arbitro fischia il calcio di rigore, che Banega trasforma. L'ultima mezz'ora si rivela dunque mera accademia, nonostante le sostituzioni chiamate da Vicente Moreno e un unico spunto di Chavarria reso inutile dal fischio dell'arbitro, che ferma tutto per fuorigioco.

BARCELLONA-ALAVÉS 4-1
I blaugrana salutano il 2019 con una vittoria forse più larga di quanto fatto vedere, soprattutto nel secondo tempo. Nei primi 45 minuti non c'è partita ed è più che giusto il doppio vantaggio firmato al 14' da Griezmann e all'ultima azione da un Vidal acclamatissimo dal pubblico. L'Alavés non esce quasi mai dalla propria metà campo e soffre il mal di testa per il possesso palla dei padroni di casa. Già nei primi dieci minuti Vidal si esibisce in una rovesciata spettacolare (ma in posizione irregolare) e a Messi viene tolto un gol per fuorigioco, il vantaggio arriva con il Petit Diable, che riceve da Suarez e scaglia un destro all'angolino. Dopo un'azione da capogiro di Messi, che fa gridare al gol il Camp Nou, Vidal raddoppia al 45' con un destro potente. Sornione il Barcellona che approccia la ripresa. Ritmi lenti e difesa impacciata, l'Alavés - dal canto suo - è bravo a colpire alla prima occasione: Pere Pons, di testa, gela il Camp Nou al 56'. Valverde alza gli occhi al cielo e quasi se li tappa quando nei successivi cinque minuti i baschi approfittano delle sbandate della difesa catalana e sfiorano il pari con una zuccata di Duarte. Chi può essere a scacciare la paura se non l'argentino con il numero 10? Il sinistro di Leo Messi canta sempre al momento giusto. Precisamente è il 69' quando il solito mancino effettato della Pulce (13 gol in altrettante partite di Liga) batte il portiere Pacheco e rimette in discesa la partita dopo qualche sofferenza di troppo. Il rigore del 4-1, concesso dal Var per mani di Aguirregaribia su colpo di testa di Suarez, viene trasformato dal Pistolero per genuina concessione di Messi. Con questo poker il Barcellona sale a 39 punti in campionato, riprendendosi la testa solitaria della Liga, in attesa di Real Madrid-Athletic Bilbao.

LE ALTRE PARTITE
Il Getafe perde punti preziosi nella corsa all'Europa. Gli Azulones infatti cadono per 1-0 sul campo del Villarreal. Succede tutto nella ripresa: al 52' Gomez capitalizza un'azione solitaria di Anguissa e realizza il gol che porta il Sottomarino Giallo a 25 punti, mentre la squadra di Bordalas resta ferma a 30, rischiando di essere raggiunta dal Valencia al quarto posto. La squadra di Celades, tuttavia, non va oltre l'1-1 in trasferta sul campo del Valladolid. Padroni di casa in vantaggio al minuto 83 con una punizione di Guardiola, che passa di poco la linea di porta, pareggia Vallejo con un tocco sotto misura al 94'. In classifica, Valencia sesto a 28 punti con la Real Sociedad, Valladolid 14esimo a 20.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments