SPAGNA

Liga: il Real Madrid consolida la vetta, 4-2 al Granada

I Blancos dominano per 70 minuti con Benzema, Hazard e Modric, rischiano nel finale ma allungano su Atletico e Barcellona

  • A
  • A
  • A

Il Real Madrid tenta la fuga in Liga. Al Bernabeu gli uomini di Zidane riscattano il mezzo passo falso in Champions League contro il Brugge e piegano il Granada per 4-2. Le merengues dominano fin dall’inizio, portandosi in vantaggio al 2’ con Benzema; Hazard raddoppia nel finale di primo tempo e Modric pesca il tris a inizio ripresa. Machis e Duarte accorciano le distanze, ma James Rodriguez chiude definitivamente i conti in pieno recupero. Blancos sempre più capilista.

Il Real Madrid trova la rete del vantaggio dopo nemmeno 2 minuti di gioco. Fantastica apertura di esterno sinistro di Bale dal limite dell’area: pallone filtrante per Benzema che, tutto solo davanti a Rui Silva, lo trafigge con un sinistro di prima intenzione. Il Granada è costretto a effettuare subito una sostituzione, perché Montoro accusa un guaio muscolare e lascia il posto all’ex romanista Gonalons. Al 16’ i Blancos vanno a un passo dal 2-0: pallone perfetto di Benzema che dal limite pesca Valverde, tutto solo in area di rigore, ma il suo colpo di testa vede Rui Silva salvarsi bloccando in tuffo. Lo stesso portiere portoghese compie una prodezza su Carvajal, il cui destro a colpo sicuro trova il grande intervento dell’estremo difensore, che si salva con un piede mettendo in calcio d’angolo. Il raddoppio madrileno arriva comunque allo scadere del primo tempo: Valverde recupera un pallone con grande caparbietà sulla trequarti in posizione centrale e serve in profondità Hazard. Pallonetto del belga e pallone in fondo al sacco. Primo gol di Hazard con la maglia delle merengues. Nel frattempo, tra le fila del Real Madrid, si fa male Kroos, autore di un ottimo primo tempo, che viene rilevato da Modric. Lo stesso vicecampione del mondo trova un gol capolavoro dai 20 metri, lasciando partire un destro imprendibile che si insacca sotto l’incrocio dei pali; Rui Silva vola ma non può arrivarci. Il match sembrerebbe chiuso, ma tra il 70’ e il 77’ il Granada accorcia pericolosamente le distanze con il rigore di Machis e la rete di Duarte. Tuttavia James Rodriguez in pieno recupero vola in contropiede e chiude l’assist di Odriozola. Il Real Madrid è sempre più capolista e allunga, al momento, su Atletico e Barcellona.

Nel lunch match il Levante vince sul campo del Leganes 2-1. Il rigore di Roger apre le marcature per gli ospiti, Campana raddoppia a inizio ripresa; Braithwaite riapre i giochi al 76’ ma quattro minuti più tardi sbaglia il rigore del possibile 2-2.

Continua, intanto, il buon momento del Valencia, che al Mestalla trova la seconda vittoria consecutiva (dopo quella di Bilbao contro l'Athletic) e batte per 2-1 un Alaves che invece deve cominciare a guardarsi alle spalle. Levantini in vantaggio al 27', dopo una bella azione con triangolazione nello stretto e Rodrigo che serve Maxi Gomez per il vincente rasoterra di destro. Lo stesso Rodrigo si divora prima dell'intervallo la palla del raddoppio. Gli ospiti però non riescono a reagire e si arriva all'83', quando il portiere dell'Alaves Sivera travolge Parejo in area: è rigore, che lo stesso capitano del Valencia trasforma. Inutile il gol nel finale di Lucas Perez, abile a piombare sulla respinta di Cillessen che si era opposto al bolide di Joselu. Rialza la testa invece l'Osasuna, reduce da quattro partite senza vittorie e che invece a Pamplona batte per 2-1 in rimonta il Villarreal e lo raggiunge a quota 11 punti in campionato. Gli ospiti passano al 5', quando su un calcio di punizione Pau Torres è il più veloce a intervenire sul pallone smanacciato da Ruben. Nella ripresa arriva la rimonta navarra: al 46' pareggia l'ex Fiorentina Facundo Roncaglia, che piomba su un pallone vagante e da 30 metri lo scaraventa di destro nell'angolino, al 79' va a segno Chimy Avila con un gran sinistro in caduta.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments