L'incredibile lezione di fair play di Bielsa in Leeds-Aston Villa: ordina di far segnare gli avversari!

Il tecnico argentino impone ai suoi di far pareggiare gli ospiti dopo il contestatissimo vantaggio

  • A
  • A
  • A

Non è un uomo comune. Non è un allenatore come gli altri. E' Marcelo Bielsa, il Loco! Integerrimo, puro, idealista. Onesto. Esemplare nelle sue manifestazioni e lodevole nei suoi comportamenti. Capace, sempre e comunque, di far parlare di sè. Ora con un gesto estremo di fair play che ha stupito e diviso, raccolto lodi e critiche. Una vera lezione, l'esaltazione dei valori sportivi. Anche nel mondo del calcio, spesso così lontano da certe prese di posizione. Anche quando in palio c'è un risultato pesantissimo e importantissimo.

I fatti, dunque. Si gioca Leeds-Aston Villa, in palio la promozione in Premier League e l'accesso ai play-off. La squadra di casa, la squadra di Bielsa, passa in vantaggio a 18 minuti dalla fine grazie a Klich, una rete subito fortemente contestata dagli ospiti. All'inizio dell'azione, infatti, i giocatori dell'Aston Villa avevano chiesto agli avversari di mettere il pallone fuori visto che Jonathan Kodjia era rimasto a terra dopo un contrasto. La mancata interruzione del gioco, con Klich a rete e i Villans praticamente fermi, ha scatenato così una rissa di cui ne ha fatte le spese l'attaccante ospite El Ghazi, espulso per una gomitata a Bamford. Ma a questo punto, a calmare la situazione ci ha pensato Bielsa che in accordo con l'arbitro ha chiesto ai suoi di lasciar segnare gli avversari alla ripresa del gioco, nonostante l'opposizione di alcuni giocatori, Jansson in particolare. Il risultato? Il Leeds non è andato oltre l'1-1, tutto è ancora in gioco, ma Marcelo Bielsa ha mostrato a tutti di non avere eguali al mondo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments