COPPA D'AFRICA

Coppa d’Africa: la finale sarà Nigeria-Costa d’Avorio

Nelle semifinali le Super Aquile piegano il Sudafrica ai rigori, la girata di Haller è sufficiente agli Elefanti per eliminare 1-0 la Repubblica Democratica del Congo

  • A
  • A
  • A
Coppa d’Africa: la finale sarà Nigeria-Costa d’Avorio - foto 1
© Getty Images

Sono Nigeria e Costa d’Avorio le due squadre che si sfideranno in finale di Coppa d’Africa 2024. Le Super Aquile trionfano nella prima semifinale battendo ai rigori il Sudafrica, dopo l’1-1 dei tempi regolamentari. Mokoena risponde al vantaggio di Troost-Ekong, poi il portiere Nwabali para due penalty nella lotteria. Nell’altra semifinale agli Elefanti è sufficiente la girata di Haller al 65’ per battere la Repubblica Democratica del Congo.

NIGERIA-SUDAFRICA 5-3 D.C.R. (1-1 D.T.R.)
La Nigeria è la prima finalista della Coppa d’Africa 2024: Sudafrica battuto ai rigori dopo centoventi minuti ricchi di sorprese e colpi di scena. Un primo tempo piuttosto bloccato: i biancoverdi faticano a trovare gli spazi necessari per offendere, con gli avversari che si difendono tanto. I sudafricani cercano, prevalentemente in ripartenza, soprattutto la conclusione da fuori, in un paio di occasioni con Sithole. A pochi istanti dal termine della prima frazione di gioco ci prova anche Osimhen, con il primo squillo della sua partita al 44’. Nel secondo tempo i ritmi calano drasticamente, ma poco dopo l’ora di gioco arriva l’episodio che cambia il match: giocata del neoentrato Chukwueze che innesca Osimhen, che al 64’ viene sgambettato in area da Mvala. Dal dischetto si presenta il capitano Troost-Ekong che non sbaglia, sbloccando il risultato in favore delle Super Aquile. All’85’ in ripartenza la Nigeria la chiude con il 2-0 di Osimhen, ma dopo il controllo al Var l’arbitro modifica la sua decisione: annulla la rete dell’attaccante del Napoli per un fallo in area di rigore della Nigeria, con un finale al cardiopalma che ha dell’incredibile. Dagli undici metri Mokoena non sbaglia, riaprendo tutto. In pieno recupero Mudau ha anche l’occasionissima per il colpaccio finale, ma non riesce a spingere in rete il tap-in sulla punizione di Mokoena. Nei supplementari Osimhen e Chukwueze cercano a più riprese di risolvere la pratica prima dei calci di rigore, ma il numero 9 dei Campioni d’Italia viene sostituito a dieci minuti dal termine da Moffi. La punta del Nizza è subito protagonista al 115’, quando viene travolto a campo aperto da Kekana (espulso dopo revisione al Var). La squadra allenata da Hugo Broos riesce comunque a difendersi fino al 120’, rimandando tutto ai calci di rigore. Nella lotteria finale è proprio Mokoena a sbagliare il primo tiro dal dischetto, pareggiato però dall’errore di Ola Aina. Nwabali diventa l’eroe di serata neutralizzando anche il penalty di Makgopa, con Iheanacho che chiude con il 4-2 finale. Vince la Nigeria 5-3 (d.c.r.) e accede alla finale, per provare a vincere il quarto titolo del continente africano nella loro storia.

COSTA D’AVORIO-REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO 1-0
La Costa d’Avorio raggiunge la Nigeria in finale di Coppa d’Africa 2024: gli arancioverdi piegano la Repubblica Democratica del Congo 1-0. I ritmi sono alti fin dalle prime battute di gioco: gli uomini di Desabre si rendono pericolosi da subito, ma al 28’ sfiorano davvero l’1-0 con la conclusione sottomisura a botta sicura di Wissa, respinta di riflesso con il piede da Yahia Fofana. Dopo lo spavento iniziale gli Elefanti iniziano a carburare, e verso la fine del primo tempo sono loro a flirtare con il vantaggio: al 42’ Haller colpisce male di testa da ottima posizione, mentre due minuti più tardi la gran botta di sinistro da fuori area dell’ex Milan Kessié si stampa sul palo. Al termine dei primi quarantacinque minuti il punteggio è ancora a reti bianche, sullo 0-0. A inizio ripresa la squadra allenata da Faé aumenta ancor di più l’intensità, con Kessié che domina in attacco e in difesa nel centrocampo ivoriano. Poco dopo l’ora di gioco i padroni di casa del torneo la sbloccano: ennesima azione avviata da Kessié, sviluppata sulla destra da Gradel e finalizzata da Haller con una girata schiacciata di destro che batte M’Pasi. L’attaccante del Borussia Dortmund va vicinissimo al raddoppio qualche minuto più tardi, ma il suo pallonetto esce di pochi centimetri. Nel finale gli ivoriani gestiscono il possesso del pallone e il cronometro, rischiando poco o nulla. Vince 1-0 la Costa d’Avorio e vola in finale (nove anni dopo l'ultima volta) con la Nigeria, in programma per domenica 11 febbraio alle ore 21.00.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti