NEGLI USA

Coppa America al via: sarà un vero e proprio campionato continentale

Si parte con i campioni in carica, e del mondo, dell'Argentina contro il Canada in una manifestazione aperta anche al Nord e al Centro 

  • A
  • A
  • A
Coppa America al via: sarà un vero e proprio campionato continentale - foto 1
© Getty Images

Sarà la prova generale del Mondiale per nazioni del 2026, che vedrà coinvolte anche Canada e Messico, e di quello nuovo per i club esteso a 32 partecipanti dell'anno prossimo. Gli Usa si apprestano a ospitare la Coppa America 2024 in un'edizione allargata anche alle Nazionali del Nord e del Centro del Continente. Insieme alle solite 10 rappresentanti del Sud (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Perù, Uruguay e Venezuela), ci saranno infatti anche le due nordamericane (Canada e Usa) e quattro centroamericane (Costarica, Giamaica, Messico e Panama). 

Sarà l'occasione per vedere all'opera i campioni in carica, e del mondo, dell'Argentina di Scaloni, pronta a un mix tra i "grandi vecchi", come il solito Leo Messi e il sempreverde Di Maria, e giovani come Valentin Carboni, che l'Inter spera possa mettersi particolarmente in mostra per riuscire ad aumentare il suo valore di mercato, e Alejandro Garnacho, diciannovenne dello United. Lo stesso si può dire del Brasile, anche se nella Seleçao di Junior Dorival i giocatori di maggior esperienza sono comunque giovani, vedi Vinicius, una delle stelle della manifestazione anche se ha comunque 6 anni in più di un altro giocatore particolarmente atteso: il diciassettenne Endrick, pronto a dare l'assalto alla Liga con la nuova maglia del Real Madrid.

Grande attesa per vedere l'Uruguay di Marcelo Bielsa, il nuovo Canada guidato da Jesse Marsch e gli Usa di Gregg Berhalter. Tra le giovani promesse spiccano anche Savinho, ventenne del Brasile e del Girona, Kendry Paez dell'Ecuador (già preso dal Chelsea), Enciso del Paraguay e del Brighton, Pepi e Tillman degli Usa e del Psv, Jhon Duran, attaccante colombiano dell'Aston Villa, Dario Osorio del Cile, Kevin Andrade del Venezuela e il giamaicano Karoy Anderson, centrocampista del Charlton, che di secondo nome fa nientemeno che Zidane. 

GIRONE A
Argentina, Canada, Cile e Perù
GIRONE B
Ecuador, Giamaica, Messico e Venezuela
GIRONE C
Bolivia, Panama, Uruguay, USA
GIRONE D
Brasile, Colombia, Costa Rica, Paraguay

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti