GERMANIA

Bundesliga: Lipsia solo in vetta, il Bayern torna a vincere. Poker per il Dortmund

Nagelsmann risorpassa il Gladbach con il 3-0 al Fortuna Dusseldorf. Coutinho show nel 6-1 dei bavaresi, Favre passeggia 4-0 a Mainz

  • A
  • A
  • A

In Bundesliga torna primo da solo il Lipsia che batte 3-0 il Fortuna Dusseldorf con Schick, Werner su rigore e Mukiele. Dopo due stop filati ritrova il successo il Bayern con il 6-1 al Werder Brema che pure passa per primo con Rashica. Bavaresi che però reagiscono e dilagano con il tris di Coutinho, che trova anche due assist, doppio Lewandowski e Muller. Il Borussia Dortmund batte 4-0 il Mainz: in gol Reus, Sancho, Hazard e Schulz.

FORTUNA DUSSELDORF-LIPSIA 0-3
Il Lipsia impiega appena 66 secondi per passare in vantaggio e scatenare i fischi del pubblico di casa. Leimer fugge a destra senza grande opposizione, pallone in mezzo dove Schick dal dischetto in mezza girata con il destro la mette in fondo alla rete. Fortuna Dusseldorf in balia della squadra di Nagelsmann che domina, ma ha il torto di non trovare il raddoppio prima dell’intervallo, sciupando tre occasioni ghiottissime con Sabitzer, Ilsanker e Upamecano che in successione mandano fuori da pochi metri. Così puntuale rischia di arrivare la beffa, quando nel finale di primo tempo Kownacki con il destro a giro da fuori colpisce il palo. Fortuna Dusseldorf che sembra più convinto in avvio di ripresa, Lipsia che però raddoppia al 58’ con il rigore realizzato da Werner dopo un tocco di mano in area punito dal direttore di gara dopo revisione sul campo. Lipsia che torna in controllo totale della gara, non subisce più niente e chiude i conti al 75’ con il colpo di testa in area di Mukiele su cui il portiere di casa non è impeccabile. Lipsia che con questa vittoria risorpassa in testa alla classifica il Gladbach, impegnato domenica sul campo del Wolfsburg dopo l’eliminazione in Europa League nel girone della Roma.

BAYERN MONACO-WERDER BREMA 6-1
Inizia subito in pressione il Bayern con le occasioni di Gnabry e Lewandovski che però non sbloccano il risultato per imprecisione o grandi interventi di Pavlenka. Nulla può invece Neuer quando al 24’ Klaasen pulisce un pallone al limite dell’area del Werder trovando Rashica che si mette in proprio da lontano, punta Boateng, prima di un destro fortissimo e imprendibile. Lo stesso Rashica potrebbe raddoppiare in contropiede, la mira è però sbilenca e allora il Bayern ribalta tutto prima dell’intervallo. Coutinho e Lewandowski sbagliano un’occasione a testa, poi nel giro di pochi minuti regalano due sorrisi ai bavaresi: inizia il brasiliano al 45’ a porta vuota su assist di Gnabry, nell’occasione infortunio per Gebre Selassie e recupero che si prolunga. Così al 49’, nel quarto minuto di extra time, Coutinho diventa uomo assist per Lewandowski che questa volta non sbaglia solo davanti a Pavlenka. Si riparte e Rashica sfiora il pari, prima della delizia di Coutinho al 63’: lancio profondo di Alaba, il brasiliano fa rimbalzare il pallone e con un tocco di pura sensibilità di collo scavalca Pavlenka, pizzica la traversa e infila in rete. Una decina di minuti e il Bayern gode per la quarta volta, duetto Lewandovski-Muller, il tedesco serve il polacco in area al 72’, controllo e palla all’angolo. Mueller che poi trova il gol nella festa Bayern al 75’ con un tocco facile in area su assist di Coutinho. Il brasiliano ex Inter però non ha ancora finito e al 78’ spara un altro destro a giro meraviglioso che bacia il palo e si infila in porta. Bayern che torna a vincere dopo due turni di astinenza.

MAINZ-BORUSSIA DORTMUND 0-4
Dortmund che reclama un rigore per un tocco di mano di Caricol, nella fase centrale del primo tempo poi il protagonista è Marco Reus. Prima sciupa una buonissima occasione da dentro l’area di rigore, poi al 32’ raccoglie una respinta corta da calcio d’angolo e di prima con il destro porta in vantaggio il Borussia. Continua a spingere la squadra di Favre anche nella ripresa, fino al raddoppio al 66’ con Sancho, destro di prima intenzione dal limite che piega le mani al portiere. Le reti del Dortmund diventano tre poco dopo, quando al 69’ Hazard infila con forza sotto la traversa, poker servito all’84’ da Schulz che incrocia con il sinistro in area.

HERTHA BERLINO-FRIBURGO 1-0
Primo tempo che si anima soprattutto nella sua seconda parte, dapprima con una doppia occasione per gli ospiti che però non riescono a trovare il vantaggio prima con Dilrosun e poi Selke, a chiudere c’è il tentativo dal limite dell’area per l’Hertha di Holer che finisce fuori di poco. Padroni di casa che poi sbloccano al 53’, Darida triangola con Selke e avanza fino al limite dell’area, destro a chiudere sul primo palo e Friburgo che deve rincorrere. Friburgo che cerca il pari con i tentativi di Koch e Gulde, ma nel finale rischia di subire il raddoppio prima con Ibisevic, poi con Plattenhardt.

COLONIA-BAYER LEVERKUSEN 2-0
Colonia pericoloso nel primo tempo con Hector che però non è abbastanza preciso da dentro l’area di rigore, Bayer Leverkusen che invece fatica molto a rendersi insidioso in zona gol. Il pomeriggio ospite diventa ancora più grigio quando al 62’ Dragovic viene ammonito per la seconda volta e lascia così i compagni in inferiorità numerica. Colonia che prova ad approfittarne, Czichos mette fuori da ottima posizione, poi al 74’ Cordoba in area punisce una difesa del Bayer inspiegabilmente altissima. Ospiti che rimangono addirittura in 9 per il rosso diretto che si prende Bailey al 78’. Colonia che allora chiude il discorso all’84’ con il colpo di testa di Bornauw e lascia l’ultimo posto in classifica al Paderborn.

PADERBORN-UNION BERLINO 1-1
Ospiti in vantaggio al 7’, bella azione palla a terra che parte da molto lontano, pallone che infine arriva nella zona di Ingvartsen che senza pensarci dal limite dell’area trova uno splendido sinistro a giro che finisce la sua corsa sotto l’incrocio dei pali. Paderborn che rimette in equilibrio il punteggio al 33’ con la zampata sul secondo palo di Proger su un cross di Gjasula prolungato nella sua traiettoria. Ripresa in cui non succede molto, l’Union mantiene spesso il possesso senza però riuscire a creare pericoli, Paderborn che invece è insidioso in una sola occasione con Mamba.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments