Arsenal forza 7: Aubameyang stende il Leicester

Settima vittoria di fila per i Gunners

Arsenal forza 7: Aubameyang stende il Leicester

Nel posticipo del nono turno di Premier League l’Arsenal centra la sua settima vittoria consecutiva superando in rimonta il Leicester per 3-1 all’Emirates Stadium. Ospiti in vantaggio al 31’ grazie a uno sfortunato autogol di Bellerin. Il pareggio dell’Arsenal arriva al 45’ con Ozil, poi nella ripresa entra Aubameyang e in tre minuti decide il match, segnando prima al 63’ e poi al 66’. L’Arsenal è ora a quota 21, a -2 da City e Liverpool.

Al 3’ la prima occasione è per il Leicester, con Wilfred Ndidi che imbecca Iheanacho, sulla cui conclusione un difensore dei Gunners riesce a deviare in angolo. Il 22enne nigeriano ci riprova tre minuti dopo, con un sinistro dal limite che Leno è bravo a disinnescare. L’Arsenal prova a farsi vedere con qualche tiro dalla distanza, ma né Bellerin (12’) né Lichtsteiner (14’) hanno fortuna. Al 20’ torna pericoloso il Leicester: punizione battuta da Maddison per la testa di Maguire, che indirizza verso l’angolino basso ma Leno è pronto e salva in angolo. Al 26’ è Lacazette a provarci per l’Arsenal, ancora con un tiro dal limite, ma la palla oltrepassa la traversa. Il risultato si sblocca al 31’: Chilwell sfonda sulla sinistra, entra in area e cerca il cross ma Bellerin, che lo contrasta, tocca il pallone quel tanto che basta per mettere fuori causa Leno e indirizzare la sfera nella propria porta, per il vantaggio Leicester. L’Arsenal prova a reagire: punizione di Xhaka al 34’, Schmeichel evita guai. Al 45’ Bellerin si fa perdonare dell’autogol mettendo al centro un pallone invitante che Ozil trasforma nell’1-1 con un sinistro di prima intenzione, che bacia il palo e si insacca nella porta difesa da Schmeichel.

Nella ripresa chance per Mikhitaryan al 5’, ma il suo tiro si perde sul fondo. La grande occasione capita però agli ospiti al 13’, quando Maddison da calcio d’angolo centra per la testa di Wilfred Ndidi, con la traversa che nega il gol al nigeriano. Al 16’ Emory inserisce Guendouzi e Aubameyang per Lichtsteiner e Mikhitaryan e la sua scelta si rivela subito decisiva: passano appena due minuti, infatti, e Bellerin da destra serve un pallone basso per Aubameyang che da due passi non ha problemi a battere Schmeichel. Non è finita, perché dopo altri tre minuti è Ozil a penetrare sul centro-destra per poi, sull’uscita disperata di Schmeichel, servire ad Aubameyang un altro pallone che va solo spinto in porta: 3-1 e gara quasi in ghiaccio. Il Leicester manda in campo allora Ghezzal ed Okazaki per Pereira e Maddison, ma la sostanza non cambia. Anzi, l’ultima chance è ancora per l’Arsenal con Lacazette, ma finisce 3-1, per il settimo centro consecutivo dei Gunners in Premier.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X