Zenit, ufficiale Mircea Lucescu

Per l'allenatore rumeno, che saluta lo Shakhtar Donetsk dopo 12 anni e 22 trofei, un biennale con opzione per il terzo anno

  • A
  • A
  • A

Mircea Lucescu è il nuovo tecnico dello Zenit San Pietroburgo, come annunciato sul sito ufficiale del club russo. L'allenatore rumeno classe 1945, un passato anche sulle panchine di Inter e Pisa, prende dunque il posto di Andres Villas-Boas e lascia lo Shakhtar Donetsk dopo un'avventura durata 12 anni in cui ha vinto 21 trofei nazionali e la Coppa Uefa 2009 contro il Werder Brema (2-1 d.t.s.). Firmerà un biennale.

Il trasferimento del tecnico ex anche di Brescia e Reggiana è stato confermato dal suo agente a 'R-Sport': “Il mio assistito ha firmato un biennale con l'opzione per il terzo anno – ha dichiarato Arkady Zaporozhanu -. Lui e i suoi assistenti inizieranno a lavorare dal primo giugno”.

Giramondo del pallone, Lucescu in carriera ha allenato (e vinto) un po' ovunque: dalla Turchia alla Grecia, dall'Ucraina alla Romania (di cui è stato anche ct), negli anni '90 è stato a lungo in Italia sulle panchine di Pisa, Brescia, Reggiana e soprattutto Inter. Dopo le esperienze in Turchia prima con il Galatasaray e poi col Besiktas, nel 2004 si è seduto sulla panchina dello Shakhtar Donetsk, con cui ha messo fine al dominio della Dinamo Kiev nel calcio ucraino.

Otto campionati, 6 coppe nazionali, 7 supercoppe di Ucraina e, fiore all'occhiello, anche il trionfo in Coppa Uefa del 2009. In totale Lucescu in carriera ha vinto 32 trofei, riuscendo a conquistare il titolo in 3 differenti paesi. Ora la nuova avventura in Russia per raggiungere un traguardo che appartiene a pochi eletti, vincere in quattro nazioni diverse.