Calcio

Il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, ha presentato in conferenza stampa la sfida che vedrà i suoi granata affrontare domani il Crotone: “Nel girone di ritorno le squadre che lottano per la salvezza sono schegge impazzite. Si giocano ogni partita alla morte e sono tutte sfide difficili. Ci voleva vincere a Cagliari. Quello che voglio vedere domani è la continuità. Il buon secondo tempo disputato sabato, e l'ho detto anche ai ragazzi, deve essere considerato un punto di partenza. Abbiamo tenuto botta nel primo tempo, poi con qualche variazione tattica abbiamo ottenuto benefici. Domani è una verifica importante. I giocatori sanno che io voglio certe cose. Chi non lo farà, potrà essere sostituito e magari nella gara dopo, non giocherà nemmeno più. Io credo che i giocatori debbano adeguarsi, se tengono a giocare. Ljajic? Non è semplice quando si arriva in corsa. Dopo due mesi e mezzo penso di aver tracciato una strada: non servono giocate ad effetto ma l'equilibrio. Quello che conta è la vittoria del Toro. Niang è tornato a disposizione. N'Koulou? Lo verificheremo oggi e domani deciderò se giocherà o meno. Per quanto riguarda Belotti da una partita all'altra può cambiare il suo apporto, ma è tornato il calciatore che lotta con la testa e ritrova anche la via del gol”.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A