Russia 2018, qualificazioni: la Spagna fa poker, Israele al tappeto

Le Furie Rosse si impongono 4-1 a Gijon con i gol di David Silva, Vitolo, Diego Costa e Isco. La Macedonia vince 3-0 in Liechtenstein

  • A
  • A
  • A

Tutto facile per la Spagna che a Gijon batte 4-1 Israele e continua a volare nel Girone G (quello dell'Italia): per le Furie Rosse del ct Lopetegui vanno a segno David Silva e Vitolo nel primo tempo, poi Diego Costa e Isco completano la festa nella ripresa. L'unica rete degli israeliani porta la firma di Refaelov. Nell'altra sfida del gruppo la Macedonia vince 3-0 in Liechtenstein con una doppietta dell'attaccante del Palermo Nestorovski.

Primo tempo di dominio assoluto da parte delle Furie Rosse che mantengono costantemente il possesso palla, colpiscono una traversa con Thiago Alcantara al 6' e sbloccano il risultato al 14': Jordi Alba premia l'inserimento in area di David Silva che, con un sinistro rasoterra sul primo palo, trafigge il non impeccabile Marciano. Iniesta sfiora il raddoppio pochi minuti più tardi con un destro rasoterra a fil di palo, mentre l'unico squillo di Israele è affidato a un colpo di testa di Refaelov sul quale De Gea è attento. Nel primo minuto di recupero la Spagna raddoppia.

Palla dentro di Thiago Alcantara per Vitolo, il cui destro è tutt'altro che irresistibile: Marciano si distende ma riesce soltanto a toccare il pallone che, lentamente, supera la linea bianca e si insacca. Puntualmente a inizio ripresa arriva il 3-0 della Nazionale di Lopetegui: corner dalla sinistra di Thiago Alcantara, palla sul secondo palo dove Diego Costa di testa trafigge Marciano. Siamo al 51' e di fatto la partita finisce qui, anche se la Spagna non si ferma e al 57' porta a due il conto delle traverse: stavolta tocca a David Silva con una bella girata. Le Furie Rosse allentano inevitabilmente la tensione e Israele segna improvvisamente al 76': punizione dalla sinistra di Cohen per Gershon il cui colpo di testa viene deviato da De Gea sul palo, la palla arriva sui piedi di Refaeolv che insacca con una gran botta sotto la traversa. Prima del triplice fischio finale ci pensa Isco, con un beffardo destro che spiazza Marciano, a siglare il definitivo 4-1 in contropiede.

La Spagna resta prima nel Girone G a quota 13 punti, in coabitazione con l'Italia ma con una migliore differenza reti: +17 per le Furie Rosse, +9 per gli azzurri. Primi tre punti per la Macedonia che si impone 3-0 in Liechtenstein: Nikolov sblocca il risultato al 43', poi nella ripresa sale in cattedra Nestorosvki che firma una doppietta tra il 68' e il 73' (primo gol su assist di Pandev) e si fa parare un rigore al 90'.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments