Calcio

Nel corso del programma "Premium Champions" è intervenuto anche l'attaccante della Roma, Diego Perotti: "Al di là dei due autogol anche io mi sono mangiato il gol dell'uno a uno che avrebbe cambiato la gara - ha detto l'argentino -. In un quarto di finale di Champions non si può sbagliare un gol del genere, è un errore tutto mio e non ho giustificazioni. Loro sono fortissimi e se li aiuti a segnare diventa ancora più difficile. Forse il secondo gol mentalmente ci ha dato uno schiaffo, poi non dovevamo prendere il quarto. Sul quarto gol abbiamo sbagliato tutti, parleranno dello stop di Gonalons ma non è solo colpa sua, è di tutti perché l'azione va da destra a sinistra. Il rigore non fischiato su Dzeko? Dal campo non l'avevo visto, sono onesto. Ha sbagliato l'arbitro come ho sbagliato io davanti alla porta. Il rigore poteva cambiare tutto ma anche il mio errore è stato determinante. Il calcio spagnolo è così superiore rispetto a quello italiano? Noi argentini abbiamo perso 6-1 contro la Spagna ma ci mancavano Messi, Aguero e Di Maria e quelle assenze hanno condizionato quell'amichevole. Loro sono forti, hanno vinto il mondiale nel 2010, poi nello specifico della gara di stasera non so se ci sono 3 gol di differenza tra noi e loro. Il 4-1 è un risultato po' bugiardo”.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A