Parma Calcio: riacquistate le coppe

Il dg Carra: "Il fallimento non cancella la storia". Offerta da 50mila euro

  • A
  • A
  • A

Solo buone notizie per il Parma Calcio 1913. Dopo la vetta solitaria conquistata in LND, la neonata società gialloblù ha comunicato di aver acquistato i trofei di appartenenza alla Società Sportiva Parma F.C. riportandoli nella bacheca societaria. "Tornano dove è giusto che stiano - ha commentato il dg Luca Carra -. Siamo i legittimi eredi di quel Parma e le coppe sono il simbolo di una storia che nessuno potrà mai togliere alla città e ai tifosi".

Nei giorni scorsi si era sparsa la voce di un'offerta di Malesani per la sua Coppa Uefa, poi smentita dallo stesso tecnico, mentre è ufficiale che i trofei conquistati da quel Parma rimarranno in città, nella bacheca del nuovo Parma Calcio 1913. L'offerta societaria da 50mila euro è stata accettata dalla Curatela. Nel dettaglio sono state acquisite: Coppa Italia 1992, Coppa delle Coppe 1993, Supercoppa Europea 1994, Coppa Uefa 1995, Coppa Italia 1999, Coppa Uefa 1999, Supercoppa Italiana 1999, Coppa Italia 2002 e altri 298 trofei legati al settore giovanile.

Decisamente soddisfatto il direttore generale Luca Carra: "Le nostre coppe tornano materialmente dove è giusto che stiano. Dal momento dell'affiliazione alla Serie D, la Figc ha riconosciuto il Parma Calcio 1913 come legittimo erede di quel Parma. I trofei vinti sul campo sono ora nella disponibilità societaria. Nessun fallimento potrà mai cancellare la storia"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments