Parma, bocciato ancora Melli

Il team manager: "Dicono che sono un professionista di grande personalità e creerei degli squilibri. Pensavo fossero dei pregi..."

  • A
  • A
  • A

Il tormentone Melli continua a tener banco a Parma. Il club ha infatti bocciato ancora il ritorno del team manager, comunicando all'ex attaccante che nemmeno in Lega Pro servirà una figura come la sua. "Dicono che sono un professionista di grande personalità e creerei degli squilibri - ha tuonato Melli -. Pensavo fossero qualità positive...". "Ringrazio Minotti e Marco Ferrari per la franchezza, ma aspetto ancora le scuse di Scala".

La questione, intricata, è destinata a fare ancora rumore a Parma. Da una parte ci sono i dirigenti del Parma Calcio 1913, dall'altra Alessandro Melli, appoggiato da una buona parte della tifoseria. "Credo che Marco Ferrari, Nevio Scala, Lorenzo Minotti, Andrea Galassi, Luigi Apolloni, il capitano e la squadra abbiano fatto un ottimo lavoro, ed oggi posso solo dire che il Parma 1913 è da voto 10, chapea", ha spiegato su Facebook l'ex attaccante, che poi ha puntato il dito contro Scala.

"Ringrazio Minotti per aver avuto le p.... nel comunicare il motivo delle mancate promesse, ringrazio il vicepresidente Marco Ferrari e lui sa il perché, più avanti forse arriveranno almeno le scuse personali del presidente, ad oggi totalmente assente".