Calcio

Poco prima del fischio di inizio della sfida con l'Inter, il direttore generale della Juve Beppe Marotta è intervenuto ai microfoni di Premium: "Di straordinario quest'anno c'è il cammino del Napoli. A questo punto nella scorsa stagione avevamo un punto in meno ma nove punti sulla seconda. Questa è la differenza, noi abbiamo migliorato la nostra perfomance ma abbiamo trovato un Napoli straordinario. Settimana tormentata tra incontri coi tifosi e presunte liti nello spogliatoio? Sono state dette molte cose in modo falso. Smentisco nel modo più assoluto i diverbi all'interno dello spogliatoio. Per quanto riguarda la contestazione dei tifosi io la trasformerei in esortazione a dare il massimo. E' uno stimolo che tutto l'ambiente Juventus ha vissuto in questa settimana: dobbiamo buttare il cuore oltre l'ostacolo perché senza forti motivazioni non si vince. Vincere è l'obiettivo di stasera, poi domani giocherà il Napoli e poi mancheranno altre tre giornate ma noi stasera non possiamo fare altro che cercare la vittoria. Delusi dalla stagione di Dybala? Allegri ha una rosa molto competitiva, soprattutto davanti. Stasera ha scelto una formazione condivisibile e non dimentichiamoci quanto siano importanti i cambi a gara in corso. Il fatto che Paulo parta dalla panchina non significa che non possa essere protagonista di questa sfida. Rugani al posto di Benatia? E' un avvicendamento naturale quando si ha un organico numeroso e affidabile. Benatia è un grande professionista e un ottimo ragazzo ma voglio chiarire che questa non è assolutamente una punizione come ho sentito dire. E' solamente una scelta tecnica”.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A