I Nomadi salutano Emiliano Mondonico e intonano "Io vagabondo" ai funerali dell'ex tecnico di Torino e Atalanta

La storica band ricorda il tecnico di Rivolta d'Adda dedicandogli il loro iconico brano

  • A
  • A
  • A

L'omaggio a un amico, il saluto a chi quella canzone l'aveva cantata decine e decine di volte. I Nomadi, presenti ai funerali di Emiliano Mondonico, hanno cosi intonato "Io vagabondo" nella Basilica di San Sigismondo di Rivolta d'Adda per ricordare il loro caro "Mondo". Un momento estremamente toccante, ripreso e pubblicato sulla pagina facebook "Non sei di rivolta se..." in una mattinata che ha visto migliaia di persone riunite nel paese della bassa bergamasca per salutare per l'ultima volta l'ex allenatore di Cremonese, Atalanta, Torino e Fiorentina.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments