Calcio in lutto, morto Ray Wilkins

L'ex giocatore di Milan e Chelsea si è spento a 61 anni

  • A
  • A
  • A

Ray Wilkins non ce l'ha fatta. L'ex giocatore di Chelsea, Manchester United e Milan si è spento a Londra all'età di 61 anni. Sabato era stato colpito da un infarto e, cadendo, aveva battuto violentemente la testa. Ex capitano della Nazionale dell'Inghilterra aveva giocato anche nel Psg, nei Rangers, nel Fulham e nel QPR. Negli ultimi anni era stato il vice di Carlo Ancelotti sulla panchina del Chelsea.

In coma ormai da una settimana, Wilkins è morto questa mattina al St George's Hospital di Tooting, quartiere a sud-ovest della capitale. Subito gli ex club di Wilkins hanno diffuso via Twitter messaggi di cordoglio. Il Milan in particolare ha salutato il suo ex centrocampista, soprannominato "il rasoio", con questo messaggio: "Ciao Ray, ci mancherai: questa sera lotteremo su ogni pallone come avresti fatto tu!".

Franco Baresi, suo compagno al Milan, ha scritto: "In questi momenti non sai mai cosa dire, ma è stato un onore averti avuto come compagno, eri speciale,un signore in campo e fuori. Grazie Ray Wilkins".

Wilkins era sposato e lascia due figli, Ross e Jade. Nato ad Hillingdon il 14 settembre 1956, l'ex centrocampista inglese ha esordito con la maglia del Chelsea collezionanto 179 presenze con 30 reti. Quindi nel 1979 il passaggio al Manchester United, con cui gioca 160 partite segnando 7 reti. Dal 1984 al 1987 Wilkins veste la maglia del Milan, con i rossoneri gioca 73 partite segnando 2 reti. Dopo le parentesi con il Paris Saint-Germain in Francia e i Rangers in Scozia, torna in patria per vestire fra le altre le maglie del QPR e del Crystal Palace. Chiude la carriera nel Leyton Orient nel 1997. Fa il suo esordio in Nazionale nel 1976 contro l'Italia, in totale Wilkins ha collezionato 84 presenze (di cui 10 da capitano) e 3 reti. Da allenatore ha sempre lavorato come vice, in gran parte nel Chelsea, al fianco di Carlo Ancelotti. Negli ultimi anni soffriva di depressione. Nel suo palmares figurano un Coppa di Inghilterra, una Charity Shield, due coppe di Lega scozzese e un campionato scozzese.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments