Berlusconi lancia il Monza: "Kakà? Magari..."

Il nuovo patron per la prima al Brianteo: "Il derby con il Milan tra tre anni? Non è un sogno, io sono milanista dalla nascita"

  • A
  • A
  • A

Esordio alla Stadio Brianteo da patron del Monza per Silvio Berlusconi. In tribuna, insieme a Galliani, per il match contro la Triestina ha ribadito il suo progetto ambizioso: "L'obiettivo è sicuramente la Serie A". L'ex presidente del Milan ha in mente anche la strada da percorrere: "Kakà o Shevchenko? Magari. Vorremmo fare squadra modello, tutta giovane e italiana con ragazzi educati e leali in campo. Il derby con il Milan tra 3 anni? Non è un sogno, io sono milanista dalla nascita".

Poi una critica al Milan di Gattuso: "Non mi piace. Non capisco perché giochi cosi. Io metterei due punte con Suso dietro Higuain. Ora non seguo più la Serie A, mi interessa solo il Monza. Derby con l'Inter? Sono appassionato di calcio, ma solo di Serie C", ha dribblato.

"Per quanto riguarda l'immediato, sono qui a vedere la prima partita. Non vi nascondo che sono un po' emozionato. E a voi dico: 'Mi raccomando'. Io avevo alcune frasi che dicevo qualche volta ai miei giocatori e una era questa: 'Ricordatevi che chi ci crede combatte. Chi ci crede supera tutti gli ostacoli. Chi ci crede vince'. Quindi, credeteci, andate in campo e vincete con almeno tre gol di scarto". Queste alcune delle parole dette da Silvio Berlusconi, neo proprietario del Monza, parlando con i suoi giocatori prima della partita di Serie C con la Triestina nello spogliatoio.

Tutto lo stadio Brianteo in piedi per Silvio Berlusconi, nuovo proprietario del Monza. Berlusconi è stato accolto per la sua prima presenza allo stadio con i cori "Silvio, Silvio, Silvio" mentre si sedeva in tribuna vip, dove ha anche scattato foto con alcuni tifosi. Allo stadio per la partita di Serie C tra Monza e Triestina, al fianco dell'ex proprietario del Milan ci sono anche il fratello Paolo, l'amministratore delegato del club brianzolo Adriano Galliani, lo storico legale rossonero Leandro Cantamessa, il sindaco di Monza Dario Allevi, la senatrice Licia Ronzulli e il conduttore Gigi Marzullo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments