Calcio ora per ora

Barcellona a caccia investitori: pesano perdite Covid

Il Barcellona a corto di liquidita' e' a caccia di investitori che acquistino

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Il Barcellona a corto di liquidita' e' a caccia di investitori che acquistino una fetta del club in modo da arginare le perdite derivanti dalla pandemia del Covid. Lo riferisce l'agenzia Bloomberg, che ha visionato un'anteprima della proposta inviata a potenziali acquirenti. Il club dei 'blaugrana' propone di scorporare in una nuova societa' i propri asset digitali, le accademie calcistiche, il gruppo di preparazione sportiva e le attivita' promozionali: ne venderebbe poi una quota tra il 30 e il 49% ad investitori esterni. Sarebbe la prima volta per un club che e' totalmente di proprieta' dei propri membri, che dovrebbero approvare una simile operazione. I ricavi annui della nuova entita', secondo il documento, si stima raggiungano i 386,1 milioni di euro, con profitti pari a 210,7 milioni nel 2024-25. Advisor del potenziale accordo, secondo fonti vicine all'operazione, e' il gruppo Goldman Sachs. Il club ha preferito non commentare. La societa' di Leo Messi ha subito un forte colpo sui propri conti dal Covid-19: il debito e' raddoppiato a 488 milioni di euro e i ricavi hanno subito un calo di oltre 200 milioni nel 2020, per lo stop ai tifosi di assistere alle partite in presenza per quasi un anno. Nel quadro di queste difficolta', i giocatori del Barca a novembre hanno raggiunto un accordo con il club per il taglio degli stipendi, una vicenda che nei mesi precedenti era stata oggetto di un contenzioso fra l'ormai ex presidente Josep Maria Bartomeu e lo spogliatoio. Sul fronte societario e' in calendario il 24 gennaio l'elezione per scegliere il nuovo presidente, dopo le dimissioni di Bartomeu ad ottobre.