Italia-Berardi, occasione da sfruttare: deve convincere Mancini

L'attaccante del Sassuolo provato nel 4-3-3 con Insigne e Chiesa, l'alternativa è Immobile

  • A
  • A
  • A

Concentrazione massima in vista della sfida di Nations League contro il Portogallo, a Coverciano si lavora sulla miglior formazione da poter schierare contro i lusitani. Giorni di test per Roberto Mancini che, dopo il forfait di Bernardeschi, valuta nuove opzioni per l'attacco azzurro. Come riferito dal nostro inviato Simone Malagutti, il ct vorrebbe dare una chance a Berardi al centro dell'attacco con Chiesa ed Insigne. L'alternativa è Immobile, al quale Mancini però chiederebbe uno sforzo di adattamento.

L'attaccante del Sassuolo, che in Nazionale vanta tre presenze (tutte raccolte nell'era Mancini), desta però qualche perplessità. Il classe '94 è stato l'osservato speciale del commissario tecnico azzurro in questi primi giorni di ritiro, scalpita per un posto per il match di San Siro di sabato sera. Da valutare, secondo quanto trapela, la tenuta mentale del fantasista neroverde che, nell'ottobre 2015, non riuscì a farsi trovare pronto dall'allora ct Conte.

Convocato per il doppio match contro Azerbaijan e Norvegia, il 25 del Sassuolo diede forfait ancor prima di scendere in campo a Coverciano con i compagni per un presunto infortunio. Una situazione che non era piaciuta a Conte, un ko che aveva destato qualche dubbio anche in casa neroverde. "L'ho visto spaventato" tuonò Conte, una preoccupazione che sembrerebbe avere oggi anche Roberto Mancini che sarebbe pronto a trovare alternative nel caso in cui dovesse presentarsi un problema dell'ultimo minuto.

Provato con Chiesa e Insigne, Berardi potrebbe prendere il posto dell'infortunato Bernardeschi che ha lasciato nelle scorse ore il ritiro azzurro. L'alternativa si chiama Ciro Immobile, ma dai colloqui avuti sembrerebbe essere un lontano pensiero poiché l'attaccante biancoceleste dovrebbe adattarsi al gioco come falso-nove.

LA PROBABILE FORMAZIONE
Nel 4-3-3 provato da Mancini arriva la conferma di Biraghi sulla fascia, con Chiellini, Bonucci e Florenzi davanti alla porta difesa da Donnarumma. A centrocampo, invece, spazio per Jorginho, Barella e Verratti dietro ad Insigne, Chiesa e uno, come detto, tra Berardi ed Immobile.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments