Warriors, pronti a implodere?

Si stanno formando delle pericolose crepe nella struttura gestita da Steve Kerr

  • A
  • A
  • A

Chi può battere Golden State? I Warriors stessi. E' ancora novembre, c'è tutto il tempo per riparare, ma certamente l'inizio non promette bene. I campioni in carica hanno ancora il migliore record della Nba insieme ai Toronto Raptors, ma si stanno formando delle pericolose crepe nella struttura gestita da Steve Kerr.

Steph Curry è alle prese con un infortunio che potrebbe tenerlo fuori almeno per un altro paio di settimane. Dreymond Green è stato appena sospeso per una partita senza stipendio per comportamento irrispettoso nello spogliatoio dopo una discussione con Kevin Durant. KD35, insieme a Klay Thompson, può diventare free agent a fine stagione e ogni segnale è soggetto a interpretazione, soprattutto perché c'è sempre Lebron James pronto a corteggiarli per portarli a Los Angeles, sponda Lakers.

e non bastasse, Demarcus Cousins ha firmato per un anno, non ha giocato ancora un minuto e non scenderà in campo fino al 2019. Insomma la quantità di talento non è pareggiabile da nessun'altra franchigia, ma gli equilibri, che fino ad ora hanno funzionato come i meccanismi di un orologio svizzero, potrebbero saltare.

'ago della bilancia era e rimane Green. Non ha un carattere facile, ma è il collante, il leader della squadra. Se dovesse iniziare a cambiare rotta, potrebbe trasformarsi in un problema serio per il gruppo e Kerr si troverebbe a gestire una polveriera più che uno spogliatoio. E' l'unica speranza per tutte le altre squadre della Nba che guardano verso Oakland cercando di capire cosa succede, ma soprattutto cosa succederà.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments