NBA

Nba: Lakers ko senza LeBron, Portland riapre il discorso playoff

Leonard trascina i Clippers contro Dallas, Milwaukee ribalta Miami, Phoenix vince ancora

  • A
  • A
  • A

In Nba successo dei Rockets 113-97 contro i Lakers, privi di LeBron James, grazie ai 39 punti di Harden. Le 11 triple di Damian Lillard consentono a Portland di superare Denver e di riaprire il discorso playoff. I Clippers si sbarazzano di Dallas con Leonard; Milwaukee rimonta 23 punti e ribalta Miami grazie ai 66 della coppia Antetokounmpo-Middleton. Phoenix batte anche Indiana, mentre i Pelicans danno quasi addio ai playoff, perdendo con Sacramento.

HOUSTON ROCKETS-LOS ANGELES LAKERS 113-97
Tutto facile per i Rockets, che chiudono i conti a proprio favore con un parziale di 11-0 a metà dell’ultimo quarto. James Harden fa gli straordinari, chiudendo la propria partita con 39 punti, 8 rimbalzi e 12 assist, pur commettendo 9 palle perse in 36 minuti di gioco, accompagnato dai 20 punti di Ben McLemore (5/10 dalla lunga distanza), i 15 di Jeff Green e i 14 di Danuel House. Terza sconfitta in cinque gare per i Lakers nella bolla: privi di LeBron James, oltre che di Alex Caruso e JaVale McGee, la squadra di Los Angeles si deve accontentare dei 21 i punti di Kyle Kuzma in poco meno di 30 minuti, mentre Anthony Davis produce una doppia doppia da 17+12.

DENVER NUGGETS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 115-125
Portland approfitta dell’ennesimo passo falso di Memphis per portarsi a mezza gara di distanza dai Grizzlies: ormai è quasi certo che ci sarà uno spareggio play-in per poter sfidare i Los Angeles Lakers al primo turno di playoff. Damian Lillard è il protagonista indiscusso, chiudendo con 45 punti e 12 assist, merito di uno spaziale 11/18 dalla lunga distanza. Ottime anche le prove da 27 punti di Gary Trent Jr. e i 22 di Jusuf Nurkic. Per i Nuggets c’è un’altra ottima prova di Michael Porter Jr. (terza doppia doppia in fila con 27+12) e altri quattro giocatori in doppia cifra, tra cui manca però il nome di Nikola Jokic. Il centro serbo infatti si ferma a soli 8 punti in meno di 24 minuti.

DALLAS MAVERICKS-LOS ANGELES CLIPPERS 111-126
Dopo il ko contro Phoenix, tornano al successo i Clippers contro i Mavericks, che non riescono a fermare l’attacco degli avversari, i quali si portano sul 2-2 di record nelle quattro gare di Orlando, dopo che i Mavs erano riusciti a pareggiare la sfida sul 101-101 (parziale di 25-10 per chiudere i conti). Neanche a dirlo, il migliore realizzatore in casa Clippers è Kawhi Leonard con 29 punti e 4/8 dalla lunga distanza, seguito dai 24 di Paul George (con anche 7 rimbalzi e 6 assist) e la partita perfetta di Ivica Zubac (21 punti, 15 rimbalzi e soprattutto 10/10 al tiro). Reduce dalla tripla doppia contro Sacramento, Luka Doncic si ferma “solo” a 29 punti con 6 assist e 6/13 dalla lunga distanza.

MILWAUKEE BUCKS-MIAMI HEAT 130-116
Partita molto divertente tra i Bucks e gli Heat. Il primo tempo è dominato da Miami, che rifila 73 punti agli avversari e va avanti anche di 23 lunghezze grazie a un’ottima prestazione dalla lunga distanza. Nella ripresa però i Bucks ribaltano la partita, scappando via nel finale grazie alla coppia Antetokounmpo-Middleton. I due All-Star di Milwaukee chiudono entrambi a quota 33 punti segnati: l’MVP in carica segna tutti i 13 tiri da due tentati (0/4 invece da tre) e aggiunge anche 12 rimbalzi e 4 assist nei suoi 30 minuti in campo, mentre Middleton tira 5/6 dalla lunga distanza con 6 rimbalzi e 8 assist. Gli Heat mandano sette giocatori in doppia cifra, guidati dai 21 di uno splendido Duncan Robinson (5/9 da tre).

PHOENIX SUNS-INDIANA PACERS 114-99
I Suns rimangono imbattuti nella bolla di Orlando, vincendo la quarta partita su quattro. Ottima la produzione di squadra della squadra di Phoenix, che parte subito forte, subisce la rimonta dei Pacers e si riporta avanti a cavallo di terzo e ultima frazione grazie ai 15 punti di Cameron Payne uscendo dalla panchina. Devin Booker mette la firma sulle giocate decisive del quarto periodo e chiude con 20 punti e 10 assist: il migliore dei suoi dietro ai 23 di un eccellente Deandre Ayton. Pacers mai davvero in partita, complice la serata non perfetta del capocannoniere della bolla TJ Warren (16 punti con 7/20 al tiro). Ora i Suns sono a una sola gara di distanza dal torneo play-in.

SACRAMENTO KINGS-NEW ORLEANS PELICANS 140-125
Brutta sconfitta per i Pelicans, che perdono la terza gara su quattro nella bolla di Disney World. I Kings fanno quello che vogliono in attacco, segnando 49 punti nel solo primo quarto e prendendo il controllo della partita sul finire del terzo quarto: primo successo di Sacramento a Orlando, con il suo massimo stagionale da 140 punti. Protagonista del match è Bogdan Bogdanovic, che firma 19 punti nel solo primo quarto (7/7 al tiro) e supera il suo massimo in carriera già nel corso del terzo quarto, finendo poi con 35 punti a referto. Altra serata difficile al tiro per Nicolò Melli, che chiude con 4 punti, 4 rimbalzi e 2 assist ma sbaglia tutte le quattro triple tentate.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments