NBA

Nba: Antetokounmpo è super, Houston supera Dallas all’overtime

Milwaukee torna al successo dopo cinque mesi grazie alla grande prestazione del greco, nove punti di Belinelli contro i Kings

  • A
  • A
  • A

Giannis Antetokounmpo ricomincia la stagione Nba così come l’aveva lasciata in sospeso quasi cinque mesi fa e guida Milwaukee nel ritorno al successo contro i Celtics. Houston ha la meglio contro Dallas all’overtime grazie a James Harden. Belinelli segna nove punti nel successo che tiene in corsa San Antonio per i playoff, vincono anche i Blazers contro Memphis. Orlando supera Brooklyn; Phoenix è trascinata da Devin Booker contro Washington.

MILWAUKEE BUCKS-BOSTON CELTICS 119-112
Per Giannis Antetokounmpo alla fine sono 36 punti, 15 rimbalzi e 7 assist nel ritorno alla vittoria dei Bucks (che mancava dallo scorso 5 marzo) contro i Celtics, raccolti grazie al 14/20 dal campo e a un eloquente +18 di plus/minus. Il greco ricomincia la stagione Nba così come l’aveva lasciata in sospeso cinque mesi fa: dominando e trascinando Milwaukee al successo. L’episodio contestato che ha fatto discutere (e non poco) nel finale di gara è stato il mancato sesto fallo fischiato ai danni di Antetokounmpo in uno dei momenti cruciali del match: il numero 34 dei Bucks, invece che prendere la strada della panchina, va in lunetta e mette a segno uno dei tiri liberi più pesanti della sfida. In casa Celtics è Smart il miglior realizzatore con i suoi 23 punti in uscita dalla panchina. Sono 22 quelli messi a referto da Jaylen Brown, mentre Jayson Tatum litiga con la partita e chiude con soli 5 punti a referto al termine di una gara da 2/18 al tiro.

DALLAS MAVERICKS-HOUSTON ROCKETS 149-153 OT
Houston, sotto di 7 punti a 45 secondi dal termine, riesce ad acciuffare in volata il canestro del pareggio nei regolamentari grazie a un tap-in vincente di Robert Covington a seguito dell’errore dalla lunetta James Harden, autore di una super prestazione di nel successo spettacolare in rimonta contro i Mavericks. Per il Barba è la ventesima gara oltre quota 40 in stagione; il quarto di sempre a metterne insieme così tanti in una singola regular season. A trascinare i Mavericks, nonostante la sconfitta, ci ha pensato come al solito Luka Doncic, il quale chiude il match con la sua 23esima tripla doppia in carriera: 28 punti, 13 rimbalzi e 10 assist.

SAN ANTONIO SPURS-SACRAMENTO KINGS 129-120
Gli Spurs giocano una super partita offensiva, trascinati da un super DeRozan e ottengono un successo fondamentale nella corsa all’ottavo posto a Ovest: l’ex Raptors segna 17 dei suoi 27 punti (raccolti con 10/13 al tiro) nel solo quarto periodo, migliore realizzatore di una squadra che chiude con oltre il 53% dal campo. Marco Belinelli, che ha indossato sulle sue spalle la maglia con la scritta “Uguaglianza”, realizza nove punti in uscita dalla panchina in 15 minuti di utilizzo a gara in corso: 1/4 dal campo e 7/7 dalla lunetta. Sacramento rimane in corsa fino a quattro minuti dalla sirena, prima di incassare il 17-8 di parziale che ha indirizzato la gara verso gli Spurs.

PORTLAND TRAILER BLAZERS-MEMPHIS GRIZZLIES 140-135 OT
Portland chiude avanti di 8 i primi due quarti, ma Memphis rientra nel secondo e si arriva a un finale punto a punto. Carmelo Anthony (21 punti alla fine per lui) prova a chiuderla con due bombe nell’ultimo minuto e mezzo, ma sbaglia la terza e si va ai supplementari. Nell’overtime i Blazers riescono a portarla a casa con Melo, che suggella il successo dalla lunetta. McCollum mette a segno 33 punti con 14/21 al tiro, compresi punti pesanti nel supplementare. 29 con 9 assist per Lillard, mentre Nurkic si fa sentire sotto i tabelloni con 18 punti e 9 rimbalzi. Inutili per Memphis i 33 di un super Jaren Jackson.

BROOKLYN NETS-ORLANDO MAGIC 118-128
Match equilibratissimo nei primi due quarti, in cui Caris LeVert (17 punti) ha provato a non far rimpiangere le tantissime assenze in casa Nets. Nel terzo quarto però è arrivato il parziale decisivo da parte dei Magic, che vincono la frazione 41-23. Inutile il tentativo di rimonta di Brooklyn nel finale. Per Orlando ottima prestazione di Vucevic, che chiude con 22 punti, 7 rimbalzi e 5 assist. Il miglior marcatore dell'incontro è però uno scatenato Evan Fournier, autore di 24 punti con un ottimo 10/15 al tiro (3/6 da tre e 11 ai liberi). I Magic superano i Nets al settimo posto.

WASHINGTON WIZARD-PHOENIX SUNS 112-125
Phoenix non ha praticamente più nulla da chiedere a questa stagione, ma dimostra comunque di giocare una partita solida, arrivando all’intervallo sul +15 e gestendo negli ultimi due quarti. A far girare l’attacco dei Suns è Ricky Rubio, che distribuisce 9 assist, a cui aggiunge 15 punti. Il terminale principale in attacco per Phoenix è Devin Booker, miglior marcatore della partita con 27 punti tirando 8/21 dal campo. Per lui anche 5 rimbalzi e 4 assist. A dominare sotto canestro ci pensa invece DeAbnre Ayton, che chiude con 24 punti (11/14 dal campo) e 12 rimbalzi. Inutile per i Wizards la buona prova di Hachimura, autore di 21 punti con 8 rimbalzi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments