Basket, Serie A: Milano cade anche a Brescia, la Germani vince 92-86 al supplementare

La capolista, senza James, perde la quarta delle ultime sei partite in trasferta ma mantiene il vantaggio su Venezia, sconfitta 104-85 a Trieste

  • A
  • A
  • A

Nel 27esimo turno della Serie A di basket, la AX Armani perde 92-86 a Brescia, dopo l'overtime. In difficoltà per tutto il match nelle soluzioni offensive, Milano paga l'assenza di Mike James e un crollo prestazionale che ha comportato anche l'eliminazione dall'Eurolega. All'AX non bastano i 25 punti di Nunnally. L'Olimpia rimane prima, a +4 su Venezia, che cade 104-85 a Trieste. La Reyer è raggiunta da Cremona, che batte Brindisi 93-86.

GERMANI BASKET BRESCIA-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 92-86 OT
Ritmi bassi, bassissimi nei primi dieci minuti, che si chiudono sul 17-13 per l'Olimpia. Il piatto piange in attacco per la Germani: i cinque punti di Moss sono il massimo che i padroni di casa sanno offrire a livello individuale. Milano, senza James, non ha certo cifre da Nba e non va con continuità al tiro, ma almeno divide meglio i punti, tra Cinciarini, Micov, Brooks e Nunnally. Nel secondo quarto Brescia cambia passo fino a chiudere il primo tempo in vantaggio per 38-33: Abass Abass, Moss e Beverly viaggiano a un'incollatura dalla doppia cifra, tra le fila milanesi il miglior realizzatore è Nunnally, autore di sette punti nei primi 20'. Pochi, comunque, soprattutto rapportati alle medie offensive dell'Olimpia. Inizia la ripresa, e non cambia la musica. Nella Germani sale in cattedra Beverly, che con quattro punti consecutivi porta Brescia sul 42-37, rintuzzando la parziale rimonta di Milano firmata Tarczewski e Micov. La partita si combatte punto a punto, l'Olimpia sorpassa con Brooks a segno dalla media, ma Sacchetti e Laquintana portano la Germani avanti al 30' (60-56). Nell'ultimo quarto Brescia sembra poter chiudere il match: prima Abass Abass la porta a +7 con una tripla, il tap-in di Vitali amplia il gap a +10 (73-63). Sembra tutto finito per la Armani, ma un clamoroso parziale di 13-3 negli ultimi tre minuti, che portano la firma di Nunnally e Kuzminskas, trascina il match all'overtime. Quello che non è riuscito alla Germani negli ultimi dieci minuti, cioè chiudere la partita, riesce nel supplementare: ci prova Nunnally (autore di 25 punti totali) a far scappare Milano, ma una tripla di Moss (topscorer con 27 punti) e soprattutto uno strepitoso Abass Abass scavano il solco che porta Brescia sul 92-84 a un minuto dalla sirena. Troppo anche per Milano, che riesce ad accorciare solo a -6.

LE ALTRE PARTITE
La AX comunque mantiene inalterato il vantaggio sulla seconda in classifica, perché la Reyer Venezia perde malamente a Trieste: 104-85 il punteggio finale. Gli uomini di De Raffaele pagano un terzo quarto molto povero in termini di punti, finito 21-8 per i padroni di casa. E adesso sono raggiunti in classifica da Cremona. Nella riedizione della finale di Coppa Italia, la Vanoli batte l'Happy Casa Brindisi per 93-86: partita non facile per la squadra di coach Meo Sacchetti, che soffre nella prima parte del match (39-51 il massimo svantaggio) ma poi riprende in mano la partita grazie a Crawford (21 punti), Stojanovic (20) e Diener (16). Il derby Cantù-Varese finisce 93-86 per l'Acqua San Bernardo, abile a ribaltare il match nel secondo tempo e a gestire il +14 all'inizio dell'ultimo quarto. Nella riedizione della finale di Coppa Italia, Vanoli Cremona batte l'Happy Casa Brindisi per 93-86: partita non facile per la squadra di coach Meo Sacchetti, che soffre nella prima parte del match (39-51 il massimo svantaggio) ma poi riprendono in mano la partita grazie a Crawford (21 punti), Stojanovic (20) e Diener (16). Avellino schiaccia Torino con il punteggio di 109-82, frutto di un primo tempo sensazionale concluso sul 61-38. Per i padroni di casa vanno in doppia cifra Sykes (18 punti), Campogrande (16), Silins (15), Udanoh (15) e Harper (14). Alla Fiat non bastano i 18 di Moore e Wilson. Nelle altre partite della giornata, Bologna vince il derby emiliano in trasferta contro Reggio Emilia: 81-89 il risultato finale. Vittoria esterna anche per Sassari, adesso settima in classifica: Pesaro è sconfitta 81-88.In coda, Pistoia perde per 82-73 a Trento: ai toscani serve adesso un miracolo per la salvezza.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments