INTERVISTA ESCLUSIVA

La quarta volta di Pippo Ricci: "Un lavoro che parte da lontano"

Per l'azzurro quarto scudetto di fila, il terzo con Milano. E su Mirotic: "È incredibile, una persona così umile non l'ho mai conosciuta"

di
  • A
  • A
  • A

Lacrime di gioia per Pippo Ricci dopo la conquista del titolo contro Bologna. Ai microfoni di SportMediaset ha raccontato le sue sensazioni: "Sono emozioni indescrivibili perché per me sono quattro scudetti e ogni scudetto ha un'emozione diversa. Però ci tengo a dire che non è mai scontato vincere, è un lavoro che comincia da lontano. Ci sono dei momenti in cui vorresti mollare tutto, però c'è qualcosa che ti spinge ad andare avanti e poi giornate come questa danno un senso a tutto. È bello, ma non è scontato".

Una rivincita dopo una stagione in cui non sono mancate delle critiche feroci? "Sì, non c'era modo diverso in cui dovevamo finire perché è stato un anno difficile ed è bellissimo regalare questa gioia a noi stessi e al pubblico".

E che ne pensa dell'MVP delle Finals, Nikola Mirotic? "Mirotic è un giocatore incredibile, una persona così umile non l'ho mai conosciuta, è fantastico".

La quarta volta di Pippo Ricci: "Un lavoro che parte da lontano" - foto 1
© IPA

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti