NBA: Toronto non si ferma nemmeno davanti ai Warriors e consolida il primato a Est

Celtics e Wizards si danno battaglia al supplementare, dove a farla franca è la franchigia di Boston. I Pelicans archiviano la pratica Thunder

NBA: Toronto non si ferma nemmeno davanti ai Warriors e consolida il primato a Est

Nulla da fare per i Warriors, i quali capitolano in casa contro i Raptors primi a Est. Bellissima la partita tra Boston e Washington finita solo dopo un tempo supplementare, duello spettacolare tra Irving (38 punti) e Wall (34 con 13 assist), a farla franca però saranno i Celtics per 130-125. New Orleans blocca Oklahoma. Vincono anche Charlotte, Cleveland, Indiana, Brooklyn, Memphis, Dallas, Utah e Sacramento.

Toronto Raptors-Golden State Warriors 113-93 Una delle sfide più attese di questo inizio di stagione termina con la vittoria per i canadesi, i quali seppur privi della loro stella, Kawhi Leonard, riescono nell'impresa di abbattere i campioni in carica. Nella notte Kyle Lowry (23 punti con 12 assist) e Serge Ibaka (20 con 12 rimbalzi) si caricano sulle spalle la squadra portandola alla vittoria. Positiva la prestazione anche di Siakam (13) e Green (15). Nei Warriors bene solo Durant che realizzerà ben 30 punti, male Curry fermo a 10 punti con 3/12 al tiro (25%), ultimo in doppia cifra Thompson con 14.

Detroit Pistons-Charlotte Hornets 107-108 Partita molto combattuta tra Pistons (13-13) e Hornets (14-13), la quale si concluderà grazie ad un bellissimo "jumper" dalla media di Jeremy Lamb (13 punti), realizzato con soli 0.3 secondi rimasti sul cronometro, canestro che sancirà così la vittoria per i padroni di casa. Hornets guidati però non solo da Lamb ma anche dal solito Walker autore di 31 punti. Nella fila dei Pistons, oltre al rammarico, ci sono buone performances, in particolare per Griffin (26 punti con 10 rimbalzi), Drummond (14-13) e Jackson (18).

New York Knicks-Cleveland Cavaliers 106-113 Vittoria un po' a sorpresa per i Cavaliers, i quali abbattono i Knicks alla Quicken Loans Arena. I Cavs con il successo di stanotte si allontanano dall'ultima posizione in classifica, raggiungendo così il terzultimo posto con un record di 7-21. Protagonista della sfida Jordan Clarkson (top scorer di gara) autore di 28 punti, il giocatore ex-Lakers però è subito seguito da Hood (23), Sexton (19) e Dellavedova (15). Nonostante tutto, sono positive le prestazioni di Kanter (20 punti con 10 rimbalzi), Knox (19) e Hardaway Jr. (20).

Milwaukee Bucks-Indiana Pacers 97-113 Partita di rientri quella tra Bucks e Pacers, infatti nella notte il fenomeno dei Bucks, Giannis Antetokounmpo (12 punti e 10 rimbalzi) rimette piede in campo dopo una breve sosta a causa un infortunio al collo. Nei Pacers invece è della partita Victor Oladipo (12 punti con 10 rimbalzi) il quale riparte titolare dopo uno stop di undici partite a causa di un infortunio al ginocchio. Nella notte però sono i Pacers a conquistare la vittoria grazie a 25 punti (con 11 rimbalzi) di Young e ai 23 di Turner. Nei Bucks bene in particolare Bledsoe con 26 punti.

Brooklyn Nets-Philadelphia 76ers 127-124 Pesante sconfitta per i 76ers (19-10), sconfitti in casa al Wells Fargo Center dai Nets (11-18). Partita da ricordare per Dinwiddie che esplode con un career-high da ben 39 punti, prestazione che aiuterà moltissimo la squadra nella conquista del successo. Per i Nets bene anche Crabbe (20) e Harris (14). I 76ers perdono una partita alla loro portata, nonostante prestazioni ottime da parte di Simmons (22 punti), Korkmaz (18) e di Embiid (33 con 17 rimbalzi).

Boston Celtics-Washington Wizards 130-125 OT Sfida molto intensa tra due delle squadre meno in forma, considerando sopratutto il record di vittorie ottenuto nella scorsa stagione. I Celtics risultano vincitori solamente dopo un tempo supplementare, prestazione spettacolare da parte di Kyrie Irving, autore di 38 punti, ma sopratutto autore di tre triple consecutive utili alla vittoria finale, per Boston bene anche Marcus Morris (27) e Smart (18). Tutto inutile per Wall (34 punti con 13 assist), Beal (22) Green (22 con 10 rimbalzi) e Oubre Jr. (20), sconfitti da una Boston più cinica.

Portland Trail Blazers-Memphis Grizzlies 83-92 Ennesima sconfitta per i Blazers, i quali dopo un inizio molto forte in stagione, stanno pian piano racimolando numerose sconfitte portando il loro record a 15 vittorie e 13 sconfitte. Nella notte i Grizzlies abbattono Portland grazie ai 23 punti di Conley, ai 14 di Jackson Jr. e ai 13 di Brooks. Prestazione importante per McCollum il quale mette a segno ben 40 punti, tutti inutili però, infatti Portland capitola in quel di Memphis.

Oklahoma City Thunder-New Orleans Pelicans 114-118 Importante vittoria per i Pelicans contro una delle squadre più in forma della Western Conference, ovvero Oklahoma (17-9), autrice di un inizio di stagione ottimo. Il protagonista della sfida è Anthony Davis, che mette a segno ben 44 punti catturando ben 18 rimbalzi, prestazione che conferma una sua ben più che plausibile candidatura al titolo di MVP. Nei Pelicans molto bene anche Randle (22 punti con 12 rimbalzi) e Holiday (20 con 10 assist). Nonostante il risultato non desiderato, nei Thunder sono quattro i giocatori in doppia cifra: George (25 con 11 rimbalzi), Adams (20), Westbrook (20) e Schröder (24).

Atlanta Hawks-Dallas Mavericks 107-114 Sfida tra le due squadre protagoniste della trade "Doncic-Young" nella notte del Draft. I due rookie a causa di ciò sono stati messi più volte a confronto, sottolineando l'eccellente inizio dello sloveno e il non tanto brillante approdo in NBA di Trae Young. Nella notte, oltre alla vittoria, Luka Doncic realizzerà ben 24 punti con 10 rimbalzi. Il rookie di Atlanta invece si fermerà a 24 punti con 10 assist. Dallas oltre al solito Donic ha dovuto però far affidamento anche a Jordan (11 punti con 11 rimbalzi) e Barnes (25).

Miami Heat-Utah Jazz 84-111 Tutto liscio per Utah, che asfalta facilmente Miami (11-16), avendo la meglio con ben 27 punti di differenza. I Jazz ancora in negativo con il loro record (14-15) stanno cercando di ritrovare la costanza che l'aveva accompagnata per tutto il corso della stagione 2017/2018. Nella partita, Mitchell (21), Favors (17), Exum (14) e Gobert (10 con 11 rimbalzi) risultano come i protagonisti della vittoria dei Jazz. Per gli Heat sufficienti solo Olynyk (14) e McGruder (16).

Minnesota Timberwolves-Sacramento Kings 130-141 Partita dal punteggio molto elevato quella disputata nello stato della California, a conferma di ciò sono i numerosi in giocatori in doppia cifra in particolare per i padroni di casa, ben sette: Fox (13), Cauley-Stein (14), Bjelica (25), Bogdanovic (20), Hield (20), Ferrell (17) e Bagley III (17 con 10 rimbalzi). Minnesota realizzerà una partita positiva, sopratutto grazie a prestazioni come quelle di Towns (19 con 11 rimbalzi), Rose (20), Wiggins (25) e Sarič (18).

TAGS:
Basket
Nba
Toronto
Warriors
Celtics
Pelicans

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X