Nba, playoff: i Thunder dominano gara 3, Warriors annientati

Okc si porta avanti 2-1 nella finale ad Ovest vincendo 133-105: Durant segna 33 punti, Westbrook ne mette 30

Nba, playoff: i Thunder dominano gara 3, Warriors annientati

Nella notte straordinaria vittoria dei Thunder per 133-105 sui Warriors campioni in carica Nba in gara 3 della Western Conference. Oklahoma City si porta avanti 2-1 nella serie. Grandi protagonisti alla Chesapeake Energy Arena sono Kevin Durant, autore di 33 punti, e Russell Westbrook che di punti ne mette 30 con 12 assist e 8 rimbalzi. Steph Curry, ancora non al top della condizione dopo l'infortunio al gomito, chiude a quota 24.

Dopo un primo quarto piuttosto equilibrato con Klay Thompson che si carica sulle spalle il peso dell'attacco degli Warriors, i Thunder chiudono di fatto l'incontro nel secondo parziale andando all'intervallo lungo in vantaggio di ben 25 punti (72-47). Da qui in avanti è pura amministrazione per Oklahoma City che tiene in mano il match grazie a Westbrook (30 punti e 12 assists) e Durant (33 punti). Prestazione sotto tono per l'Mvp della regular season, Steph Curry che segna 24 punti con un 7 su 17 al tiro mentre Thompson chiude a quota 18.

Non è mancato anche un episodio di tensione: Draymond Green colpisce nelle parti basse Steven Adams e viene sanzionato. Il neozelandese dei Thunder, a fine gara, rivela: "Era già successo, mi sembra un gesto chirurgico". Immediata la risposta di Green: "Non capisco come si possa pensare che l'abbia fatto apposta". Uno screzio che alimenta ancora di più la rivalità tra le due squadre che si ritroveranno di fronte in gara 4 nella notte tra martedì e mercoledì, ancora alla Chesapeake Energy Arena. Per Curry e compagni sarà fondamentale vincere per riportare la serie in parità.

TAGS:
Curry
Basket
Nba
Warriors
Thunder