Nba, da Bryant e Curry: il campionato è un fenomeno mondiale

La lettera di addio del campione dei Lakers rimane il pezzo pregiato della settimana

Bryant, IPP

Più che mai un fenomeno mondiale. Forse il campionato più internazionale. Non soltanto per i 100 giocatori che provengono fuori dagli Stati Uniti. La Nba rimane un torneo unico. Ecco perché la lettera di addio di Kobe Bryant rimane il pezzo pregiato della settimana, quello che tutti, anche chi mastica poco di pallacanestro, ha voluto leggere, magari percependo l’amore e la passione di un campione universale. Ecco perché tutti hanno gli occhi addosso a Steph Curry e ai suoi Golden State Warriors. I campioni in carica in grado di vincere 19 partite in fila da quando è iniziata la stagione, beneficiando del miglior giocatore in circolazione e non soltanto per gli oltre 31 punti che mette a referto ogni volta che scende in campo. Ecco perché la Nba mette a disposizione di tutti i tifosi un servizio (www.nba.com/leaguepass) che consente di non perdere neppure un canestro. D’altronde il fenomeno mondiale del momento che passa da Kobe fino a Curry, magari dimenticandosi, solo momentaneamente, di Lebron James colui designato a prendere l’eredità dei campioni del passato, ma che prima di tutto deve riuscire a portare Cleveland (prima a Est) sul tetto del mondo, battendo quelli che fino ad ora non conoscono la sconfitta.

TAGS:
Nba
Basket
Bryant
Curry

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X