SUPERCOPPA BASKET

Basket, Supercoppa Italiana: Treviso supera Venezia nel finale, nessun problema per Trento contro Trieste  

Al Palaverde la De' Longhi batte di misura la Reyer 73-70 mentre la Dolomiti Energia supera agevolmente l'Allianz 79-61

  • A
  • A
  • A

La 5^ giornata del Girone C si apre con il successo in rimonta di Treviso (14 Russell, 13 Carroll), che batte 73-70 una Venezia a cui non bastano i 19 punti di Watt e i 15 di Daye per stoppare nella ripresa il secondo tentativo di rientro dei padroni di casa. A Trento è invece il secondo quarto a fare da spartiacque in un incontro dominato e controllato dalla Dolomiti Energia (20 punti di Browne) su Trieste (16 Doyle, 10 Upson): finisce 79-61.

DE' LONGHI TREVISO-UMANA REYER VENEZIA 73-70
Dopo un inizio contraddistinto da basse percentuali per entrambe le squadre, è Venezia a prendere in mano le redini della gara producendo con Watt e Daye il 9-0 che la porta in fretta sul 17-9. Treviso prova una timida reazione con Russell ma, risultando piuttosto fallosa al tiro, consente alla Reyer di sprintare con Fotu fino al 26-14 (massimo vantaggio). La partita attraversi poi una fase di stanca piuttosto prolungata dove palle perse e conclusioni sbagliate la fanno da padrone finché Mekowulu, all'improvviso, non accende i padroni di casa. Watt (supportato da Tonut e Daye) però domina sui due lati del campo e così i lagunari chiudono avanti 38-30. Alla ripresa del gioco Treviso alza la pressione difensiva e, sciogliendosi finalmente anche in attacco, trova con Logan e un caldissimo Russell i canestri che riportano i padroni di casa in scia alla Reyer. La De' Longhi però non chiude la rimonta e allora Venezia ne approfitta realizzando il 9-1 che ricaccia indietro i biancoblù sul finire del quarto (48-57 al 30'). Nell'ultimo periodo è il capitano Matteo Imbrò a suonare nuovamente la carica per Treviso che, sulla spinta delle sue triple, produce il 15-0 che ribalta totalmente la gara portando per la prima volta la Reyer ad inseguire. Si arriva così ad un finale punto a punto dove Chappel e Tonut impattano sul 70-70 prima che Akele dia il +2 alla De' Longhi a 12 secondi dal termine, un vantaggio che Venezia, complici gli errori decisivi dalla lunetta di Chappell e quelli successivi di De Nicolao e Daye, non trova però più modo di colmare.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE 79-61
L'avvio del match vede gli ospiti spingere subito sull'acceleratore e issarsi, grazie alla grande energia del duo Milton-Alviti, sul +7 (8-15) dopo pochi minuti. La Dolomiti Energia però non fa scappare gli avversari e innescando Pascolo e Sanders costruisce l'8-1 con cui porta in fretta i conti in parità. Tornata in equilibrio la contesa, le due formazioni rispondono colpo su colpo ai canestri dei rivali chiudendo così in sostanziale parità (22-20 per i bianconeri) i primi dieci minuti. Nel secondo quarto, a differenza di quanto accaduto nel periodo iniziale, è Trento a produrre un extra sforzo per il 10-0 che la porta a comandare nel punteggio 34-21. Browne e Sanders trovano modo di punire a più riprese la difesa triestina e, ben coadiuvati da Ladurner, mantengono alta l'intensità tra le fila dei padroni di casa che in questo modo vanno al riposo lungo con un ampio margine (42-26) sull’Allianz. La furia di Trento non si placa neanche nel terzo quarto quando tutti i giocatori in maglia bianconera (Browne su tutti) contribuiscono ad ampliare il gap nei confronti di una Trieste che, senza armi per rispondere alla grande giornata della Dolomiti Energia, sprofonda anche oltre i 20 di svantaggio rendendo di fatto l'ultimo periodo puro garbage time.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments