SERIE A

Basket, Serie A: Sassari schiaccia Pesaro 102-87, Brescia batte Milano 78-72

La squadra di Pozzecco dilaga contro l'ultima in classifica, 29 punti di Pierre. Al PalaLeonessa la Germani supera l'Olimpia in volata

  • A
  • A
  • A

Il Banco di Sardegna Sassari domina 102-87 a Pesaro contro l’ultima in classifica e rimane a -2 dal primo posto occupato dalla Virtus Bologna. Il migliore tra gli uomini di Pozzecco è Dyshawn Pierre con 29 punti e 13 rimbalzi. Brescia supera Milano 78-72 in un match combattuto e ora si trova al terzo posto a +4 su Olimpia e Brindisi. Ai pugliesi dell’Happy Casa serve un supplementare per battere Roma 88-81. Varese vince contro Trieste 91-85.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 82-107
Alla Vitrifrigo Arena di Pesaro Sassari dilaga fino al +25 finale e rimane a una vittoria di distanza dal primo posto occupato dalla Virtus Bologna. I padroni di casa giocano davvero male e rimangono ultimi a due punti con un solo successo in 18 partite. La squadra allenata da Gianmarco Pozzecco chiude il primo quarto in vantaggio 25-19. La difesa della Dinamo concede solo il 38% dal campo agli avversari. La Dinamo arriva a fine secondo quarto in vantaggio 55-43, gli ospiti tirano con ottime percentuali senza che la difesa di Pesaro riesca a limitarli. Il terzo quarto finisce 89-63 per i sardi che aumentano l’intensità difensiva e attaccano il canestro con continuità. Pesaro difensivamente è già la peggior squadra del campionato, non può nulla contro la Dinamo. Grande partita per Dyshawn Pierre che chiude con 29 punti, 13 rimbalzi, 4 assist, 44 di valutazione e +20 di plus/minus. Ottime le percentuali di Sassari dall’arco, i sardi tirano con il 44.8% e dominano a rimbalzo 43 a 29.

GERMANI BASKET BRESCIA-A|X ARMANI EXCHANGE MILANO 78-72
Al PalaLeonessa Brescia batte Milano con un finale in volata e si porta a +4 in classifica sulla coppa formata da Olimpia e Brindisi. Dopo le due sconfitte in trasferta in Eurolega l’Armani cade anche in campionato. Nel primo quarto la squadra di Ettore Messina gioca meglio e si porta in vantaggio sul 15-9, entrambe le squadre però tirano con pessime percentuali. Colpisce in particolare lo zero su otto da due della Germani. La sfida si accende nel secondo quarto e si arriva alla sirena dell’intervallo lungo sul risultato di 34-29 per l’Olimpia, che continua a tirare male dall’arco ma domina nei rimbalzi in attacco, mentre Brescia si affida alla vena realizzativa di DeAndre Lansdowne. A fine terzo quarto il punteggio è di 56-51 per i padroni di casa che iniziano la frazione con un parziale di 20-10, la tripla di Nedovic prima della sirena consente all’Armani di restare in partita. Milano inizia il quarto periodo con un parziale di 10-2, gli ultimi minuti si giocano punto a punto ma nel momento decisivo allungano i padroni di casa, finisce 78-72. Top scorer del match è Lansdowne con 25 punti.

HAPPY CASA BRINDISI-VIRTUS ROMA 88-81
Brindisi supera Roma dopo un supplementare e si porta a +8 in classifica sulla Virtus. Il primo quarto della sfida del PalaPentassuglia si chiude sul 20-15 per i padroni di casa, Roma soltanto a -5 nonostante le sei palle perse. Palle perse che sono un serio problema per la Virtus, la peggiore in campionato in questa statistica con 14 di media. Il secondo quarto finisce 35-32 per Roma che domina sotto i tabelloni. Nel terzo periodo gli ospiti continuano a dominare a rimbalzo e si portano avanti 58-55 in un match così equilibrato che il quarto quarto si conclude 76 pari, dopo l’errore di Jerome Dyson che da otto metri manca la tripla della vittoria. Nel supplementare domina Brindisi che chiude il match sull’88-81. Miglior realizzatore per Brindisi Adrian Banks a quota 22 punti, Dyson fa meglio di lui con 23 ma tira soltanto uno su sette dall’arco.

OPENJOBMETIS VARESE-ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE 91-85
All’Enerxenia Arena di Varese i padroni di casa guadagnano i due punti che gli permettono di agganciare la Fortitudo Bologna a quota 18, sette vinte e due perse tra le mura amiche per gli uomini di Caja. Gli ospiti partono meglio e allungano sul 18-12, ma poi è brava Varese (che domina a rimbalzo) a rientrare e a riportarsi sul 20 pari a fine primo quarto. Poco prima della sirena che annuncia l’intervallo lungo Juan Fernandez segna un canestro importante per Trieste, gli ospiti chiudono così il secondo quarto a -4, 42-38 per Varese. Al termine del terzo periodo Varese conduce 75-59, dopo un buon primo tempo si smarrisce la difesa degli ospiti che concede sette triple in un quarto ai padroni di casa. Il match si conclude 91-85 per gli uomini di Attilio Caja che calano nel quarto quarto ma portano a casa il match. Miglior marcatore L.J. Peak della OpenjobMetis con 20 punti (4/5 da tre).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments