BASKET

Basket, Serie A: Milano col brivido a Varese, la Virtus doma Venezia

L’Armani supera 82-79 la Openjobmetis portandosi a punteggio pieno in classifica, così come Bologna che passa 84-65 sulla Reyer

  • A
  • A
  • A

Terza vittoria in tre giornate per Olimpia Milano e Virtus Bologna, coppia di testa della Serie A. L’Armani passa non senza difficoltà sul campo di Varese 82-79, la squadra di Scariolo non ha problemi nel superare Venezia 84-65. A Sassari servono i supplementari per battere 96-93 la Reggiana, mentre arriva la prima sconfitta per Treviso (82-70 a Napoli). Bene anche Trieste e Fortitudo Bologna, quest’ultima alla prima gioia stagionale.  

VARESE-MILANO 79-82
Terza vittoria in altrettante partite e primo posto a punteggio pieno per l’Olimpia Milano. Nella difficile sfida del PalaWhirpool, i vicecampioni d’Italia riescono a spuntarla allungando soltanto all’ultimo quarto, dopo un match equilibrato che ha visto Varese protagonista di un’ottima prestazione con uno stratosferico Alessandro Gentile, autore di 25 punti. La squadra di coach Vertemati però alla fine deve arrendersi alla seconda sconfitta di fila dopo la disfatta della scorsa giornata contro la Virtus, restando a due lunghezze in classifica. Gli uomini di Ettore Messina invece ringraziano Hall e Melli (rispettivamente 16 e 14 punti). La partita si decide nell’ultima frazione, dopo la parità assoluta all’intervallo (40 pari) e il tentativo di allungo dell’Armani nella terza frazione (un +10 poi recuperato dai padroni di casa). La Openjometis si distrae e allora gli ospiti ne approfittano accelerando sul +6 a metà tempo: quanto basta per amministrare il vantaggio e portare a casa una sofferta vittoria. 

FORTITUDO BOLOGNA-PESARO 87-66
Arriva la prima vittoria in campionato per la Fortitudo Bologna che supera Pesaro, alla seconda sconfitta. La squadra di Antimo Martino riesce finalmente a trovare la quadra dopo un avvio di stagione stentato, complici anche le dimissioni di Repesa dopo la prima giornata, e grazie a un’ottima prova di Benzing (23 punti per lui) impone il proprio gioco. La Fortitudo è sempre avanti, Pesaro non va mai oltre la parità, e la meritata vittoria si concretizza soprattutto sul finire del terzo quarto con l’ultima frazione che diventa solo una formalità per dilagare senza problemi.

TRIESTE-BRESCIA 80-72
Torna alla vittoria Trieste dopo il ko dell’ultima giornata, mentre Brescia conferma il pessimo avvio di campionato e incappa nella terza sconfitta consecutiva con zero punti in classifica. I padroni di casa vanno in fuga nel secondo quarto, con un rassicurante +16 all’intervallo. Gli ospiti reagiscono, Della Valle (19 punti totali per lui) prende per mano i suoi e alla fine del terzo quarto lo svantaggio è di appena quattro lunghezze. Tutto da rifare per i padroni di casa ma Banks è ispirato e con i suoi 25 punti ristabilisce la supremazia dell’Allianz.

NAPOLI-TREVISO 82-70
Prima vittoria per Napoli e prima sconfitta per Treviso in questa terza giornata del campionato di Serie A. I padroni di casa ipotecano il successo nel secondo quarto, chiuso 21-12, poi dilagano in avvio di terzo parziale arrivando a un distacco di 17 punti con gli avversari che non riescono nella rimonta. Inutile un grande Bortolani (23 punti) tra le fila dei veneti, i partenopei vincono di squadra portando sei giocatori in doppia cifra e Rich migliore dei suoi con 14 sigilli nel canestro.  

SASSARI-REGGIANA 96-93
Ci vogliono i supplementari per decretare la vincitrice dell’equilibratissima sfida di Sassari. In un’altalena di emozioni e continui ribaltamenti, alla fine sono i sardi a conquistare i due punti portandosi a quattro totali in classifica, mentre per la Reggiana arriva la prima sconfitta in campionato. Partono forte gli ospiti che a metà del secondo quarto hanno addirittura 14 punti di vantaggio. Sembra fatta, ma la Dinamo reagisce alla grande e trova la parità nella terza frazione. In avvio di ultimo quarto è ancora +8 Reggiana ma Clemmons (22 punti oggi, miglior marcatore) suona la carica per l’overtime. Sciupata l’occasione, gli emiliani si disuniscono e i padroni di casa ne approfittano per completare una spettacolare vittoria.

VENEZIA-VIRTUS BOLOGNA 65-84
Senza freni la Virtus Bologna che sbanca Venezia conquistando la terza vittoria in tre giornate di campionato e il conseguente primo posto in classifica. I padroni di casa resistono fino all’intervallo, quando vanno a riposo con tre punti di vantaggio. Nel terzo quarto però gli uomini di Sergio Scariolo si scatenano e non lasciano scampo agli avversari: Sampson e Weems firmano il decisivo allungo con un secco parziale di 29-9. La partita di fatto si chiude qui e l’ultima frazione è solo ordinaria amministrazione. Per la Umana Reyer è la seconda sconfitta di fila. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments