TOUR DE FRANCE

Tour de France: Kristoff fa sua la prima tappa

Il norvegese della UAE-Emirates si impone in volata a Nizza e conquista la prima maglia gialla. Sesto Viviani

  • A
  • A
  • A

È una volata di gruppo a decidere una prima frazione del Tour de France 2020, funestata dalle cadute e dalla pioggia. Nel velocissimo finale lungo la Promenade des Anglais di Nizza, Alexander Kristoff è protagonista di uno sprint superbo che gli permette di avere la meglio sul campione del mondo Mads Pedersen e sull’olandese Cees Bol, indossando la maglia gialla. Sesto e settimo Elia Viviani e Giacomo Nizzolo, primi italiani al traguardo.

Tra restrizioni, bolle e divieti, il Tour de France parte dalla Costa Azzurra con una frazione favorevole alle ruote veloci del gruppo, resa tuttavia complicata dal maltempo. La pioggia, infatti, si abbatte sui corridori fin dalle primissime battute quando è la fuga composta da Schär (CCC), Gautier (B&B Hotels - Vital Concept) e Grellier (Total Direct Energie) ad animare la corsa. I tre transitano in testa sia sul primo GPM di giornata che al primo traguardo volante mentre il gruppo viene falcidiato dalle cadute: tra i nomi coinvolti spiccano quelli di Sivakov e Amador (entrambi a terra due volte) della Ineos, Quintana (Arkea Samsic), Alaphilippe e Bennett della Deceuninck - Quick Step, Porte (Trek-Segafredo) ed Ewan (Lotto Soudal). Il tentativo del gruppo di testa si esaurisce a 57 km dal termine, poco dopo il secondo passaggio sul Col de Rimiez dove è Schär a transitare in prima posizione.

Nei successivi chilometri si registrano altri numerosi capitomboli: spaventoso quello di Miguel Angel Lopez (Astana), che scivola e si schianta contro un palo. Cade anche Giacomo Nizzolo (NTT), che dà vita però a una coraggiosa rimonta che gli permette di recuperare il ritardo. Il gruppo decide quindi di correre il minor numero possibile di rischi e di procedere senza attacchi ad andatura controllata fino alle ultime migliaia di metri, dove va in scena il tanto atteso sprint conclusivo. L’ennesima caduta di giornata (a terra un altro favorito come Thibaut Pinot) però scompiglia le carte ai 3 km dall’arrivo e dà vita a uno sprint piuttosto confuso dove alla fine è lo spunto di Kristoff (UAE Team Emirates) a risultare vincente. Alle sue spalle si piazzano il campione del mondo Mads Pedersen (Trek-Segafredo) e un buon Ces Bool (Team Sunweb), mentre non trovano spazio Elia Viviani (Cofidis) e Giacomo Nizzolo (NTT), sesto e settimo al traguardo. Da segnalare, oltre ai 9 anni trascorsi dall’ultima volta che un norvegese ha vestito il simbolo del primato al Tour, il ritardo all’arrivo di Fabio Aru e Nicolò Bonifazio, due dei sedici italiani partiti stamane da Nizza.

Vedi anche Tour de France, paura per Lopez: scivola sotto la pioggia e finisce contro un palo ciclismo Tour de France, paura per Lopez: scivola sotto la pioggia e finisce contro un palo

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments