DOPO L'INCIDENTE

Ciclismo, le scuse di Groenewegen: "Non trovo le parole per dire quanto mi dispiace"

Il corridore che ha innescato la terribile caduta in cui è rimasto coinvolto Jakobsen: "Penso a Fabio costantemente"

  • A
  • A
  • A

Mentre Fabio Jakobsen resta in ospedale, in condizioni che i medici definiscono gravi ma stabili, parla Dylan Groenewegen, il corridore che ha innescato la terribile caduta all'arrivo in volata sul traguardo di Katowice, nella prima tappa del Giro di Polonia: "È terribile quello che è successo - ha scritto su Twitter il ciclista della Jumbo-Visma - Non riesco a trovare le parole per dire quanto mi dispiace per Fabio e per gli altri corridori che sono rimasti coinvolti. Al momento la salute di Fabio è la cosa più importante, penso a lui continuamente".

L'olandese è finito nel mirino del team manager della Deceuninck – QuickStep, la squadra di Jakobsen, che ha parlato esplicitamente di comportamento criminale e anche l'Uci ha preso una dura posizione contro la sua manovra di chiusura verso le barriere, definendo inaccettabile il suo comportamento e minacciando sanzioni oltre a quella, già arrivata, della squalifica dalla corsa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments