ATLETICA

Simonelli sconfitto a Madrid sui 110 H dallo spagnolo Llopis da lui battuto nella finale europea di Roma

Nel meeting iberico Mangione è terza nei 400 donne mentre Sito è quarto nella stessa gara tra gli uomini

di
  • A
  • A
  • A
Simonelli sconfitto a Madrid sui 110 H dallo spagnolo Llopis da lui battuto nella finale europea di Roma - foto 1
© Grana/Fidal

Lorenzo Simonelli, oro agli Europei di Roma sui 110 ostacoli, chiude al secondo posto con il tempo di 13"24 nella sua gara del meeting di Madrid, valido quale prova Silver di Continental Tour, preceduto dallo spagnolo Enrique Llopis Domenech vincitore con 13"21, in quella che di fatto è stata una sorta di rivincita rispetto alla finale dell'Olimpico dove l'azzurro si era imposto proprio davanti all'iberico.

LE DICHIARAZIONI DI SIMONELLI

"Quest’anno l’obiettivo era puntare entro fine 2024 a una prestazione al di sotto dei 13”10. Correre in 13”05 alla terza gara della stagione è stata una sorpresa. Ora devo rifare i calcoli e riposizionare l’asticella un po' più in basso a livello di tempi. Mi ero prefissato dei tempi. Ora devo trovarne degli altri. Non mi pongo limiti, ma non mi spaventa. Voglio sempre dare il massimo, anche quando non ho le carte per farlo".

Nell'evento internazionale disputato nello Stadio Vallehermoso che il prossimo anno ospiterà gli Europei a squadre, da evidenziare l'ottima prestazione nei 400 femminili di Alice Mangione, argento europeo con la 4x400 mista, finita in terza posizione con il suo nuovo personale di 51"10 che la fa diventare la seconda di sempre in Italia dietro la primatista Libania Grenot, mentre Anna Polinari è quinta in 51"90 nella prova vinta dalla belga Naomi Van Den Broeck con 50"82.

Nei 400 metri maschili il neo primatista italiano dei 400 metri, Luca Sito, finalista degli europei nella gara individuale e due volte medaglia d'argento nelle staffette del miglio, chiude in quarta posizione con 45"29, con l'altro azzurro Edoardo Scotti suo compagno in entrambe le staffette di Roma ottavo con 45"72, nella prova vinta dall'argentino Elian Larregina con 44"92.

Nei 100 ostacoli donne netto successo per la britannica Cindy Sember con 12"76, ma si migliora ancora l'azzurra Giada Carmassi che ottiene un brillante secondo posto con 12"91, mentre l'altra italiana Elisa Maria Di Lazzaro è quarta con lo stagionale di 12"98.

Nei 1500 femminili buona prestazione di Federica De Buono terza con lo stagionale di 4'04"73 nella gara in cui era iscritta anche Gaia Sabbatini che però non si è presentata alla partenza, mentre non trovano la miglior serata altre due azzurre quali la campionessa europea Sara Fantini, quarta nel martello donne con un miglior lancio di 69.84, e nemmeno Dariya Derkach settima nel triplo con 13'75.

Nei 400 ostacoli maschili quinto posto per Mario Lambrughi con lo stagionale di 49"57 e vittoria per il qatarino Abderrahman Alsaleck con 47"97, mentre nei 200 sempre uomini sesta posizione per Diego Pettorossi con 20"65 nella gara vinta dal primatista del mondo dei 400 metri, il sudafricano Wayde Van Niekerk in 20"29, e nei 100 maschili l'oro europeo della 4x100 Matteo Melluzzo chiude sesto con 10"28 con il successo dell'ivoriano Arthur Cissé con 10"14. 

Nelle due gare conclusive del meeting spagnolo, quelle degli 800, tra le donne l'azzurra Elena Bellò è decima con 2'00"48, mentre tra gli uomini Francesco Pernici ottavo in 1'45"26.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti