Atletica, Mondiali Pechino: marcia amara, squalificate Rigaudo e Giorgi

Nella 20 chilometri femminile le due azzurre in lotta per il podio sono estromesse dai giudici; quinta Antonella Palmisano

Atletica, Mondiali Pechino: marcia amara, squalificate Rigaudo e Giorgi

Notte amara per i colori azzurri ai Mondiali di Pechino: nella 20 chilometri di marcia femminile Elisa Rigaudo ed Eleonora Giorgi sono state squalificate mentre lottavano per il podio con l'ucraina Lyudmila Olianovska, che in seguito ha conquistato il bronzo. A rendere meno pesante il bilancio italiano è stato il quinto posto di Antonella Palmisano. La medaglia d'oro è andata alla cinese Hong Liu (1h27'45''), argento alla connazionale Xiuzhi Lu.

L'entusiasmo del Bird's Nest ha accolto le due cinesi dominatrici, la delusione invece ha accompagnato il team italiano. Dopo 15 chilometri la coppia azzurra era in gara per il bronzo, quindi i giudici di gara intorno al chilometro 17 hanno fermato la Rigaudo (prima squalifica ricevuta in carriera, dopo ben sette partecipazioni ai Mondiali e tre alle Olimpiadi) e poi la Giorgi. Non cambierà più nulla fino all'arrivo, con la portoghese Cabecinha quarta davanti alla nostra Palmisano, protagonista comunque di una fantastica rimonta.

Il rammarico è grande: la Rigaudo nel 2008, alle Olimpiadi disputate proprio a Pechino, aveva conquistato la medaglia di bronzo, mentre la Giorgi si presentava con il record italiano in tasca, firmato in Coppa Europa.

TAGS:
Atletica
Mondiali
Marcia
Giorgi
Rigaudo
Squalificate
Lacrime

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X