TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

Running

SportMediaset

Corsa, scarpe da running e appoggio del piede

Corsa, scarpe da running e appoggio del piede

Qual è il tuo appoggio del piede? Sei un pronatore, supinatore o neutro? Questa è la domanda a cui dovete dare un'adeguata risposta prima di acquistare un paio di scarpe da running. La pronazione è la tendenza a inclinare il piede verso l’interno e può avere un’incidenza naturale o neutra, più accentuata o decisamente più marcata. Al contrario la supinazione è la tendenza a inclinare il piede verso l’esterno. Chi comincia a correre è importante che sia consapevole di come appoggia il suo piede per scegliere le scarpe giuste e scongiurare così una serie di fastidiosi infortuni che potrebbero ostacolare il percorso appena iniziato.

Il piede è infatti responsabile di una buona percentuale di patologie spesso legate alla tipologia di appoggio: tendiniti del tendine d’Achille, fasciti plantari, periostiti, fratture da stress solo per fare alcuni esempi.

Un appoggio scorretto può inoltre condizionare non solo il piede ma anche la funzionalità del ginocchio e di conseguenza condurre ad altri tipi di infortunio come ad esempio la sindrome della bandelletta ileo-tibiale, problemi al menisco, tendinite rotulea coinvolgendo legamenti, cartilagini e tendini.

Oltre alla visita medica iniziale sarebbe dunque opportuno sottoporsi anche a una valutazione di carattere ortopedico che di solito comprende la misurazione degli arti inferiori: eccessive differenze tra i due arti possono suggerire compensi parziali allo scopo di dare maggior equilibrio alle due spinte ed all’assetto del bacino.

Molti runner cercano di interpretare la tipologia di appoggio osservando l’usura delle scarpe, ma la valutazione non è così immediata. "Il riferimento non è la gomma di un'autovettura che dovrebbe consumarsi in modo uniforme - spiega Luca De Ponti ortopedico di riferimento in ambito running - Questo perché l’appoggio e il relativo movimento del piede non avviene semplicemente secondo l’asse longitudinale, ma le componenti orizzontali sono importanti e gli assi anatomici di inclinazione tibiale giocano un ruolo determinante ai fini del punto di impatto della calzatura. In generale possiamo dire che più è piccola la zona di impatto della calzatura, maggiore è l’usura in quel punto per attrito e solitamente questo avviene nella porzione postero- esterna del battistrada. Per quanto riguarda la porzione anteriore del battistrada, qui è certo più importante una uniformità del consumo ma le variabili legate a forme di auto-compensi sono frequenti".

Se la scarpa si deforma e tende a deformarsi ed a schiacciarsi verso l’interno?

"E’ uno dei segni di eccesso del movimento di pronazione. Nei gradi minimi può essere contenuto da una scarpa antipronazione, ma nei gradi più significativi è opportuno ricorrere a un plantare opportunamente progettato per il singolo caso".

TAGS:
Running
Corsa
Correre
Piede

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X