MotoGP, niente operazione alla spalla per Iannone

"Non volevo rischiare di presentarmi al via del campionato 2016 ancora convalescente"

MotoGP, niente operazione alla spalla per Iannone

Niente operazione alla spalla per Andrea Iannone. Il pilota della Ducati avrebbe dovuto sottoporsi a un intervento per porre rimedio all'articolazione infortunata durante un test al Mugello, ma ha deciso di rinunciare per non mettere a rischio l’inizio della prossima stagione MotoGP. L’alternativa sarebbe stata quella di sottoporsi a un intervento chirurgico, con un periodo di riposo minimo di tre mesi, prima di poter riprendere gli allenamenti.

La decisione è stata presa dopo una lunga consultazione con il dottor Porcellini e il pilota di Vasto ha preferito optare per una terapia volta a rafforzare la muscolatura della zona interessata nei prossimi mesi, con l'obiettivo di arrivare ai primi test del 2016 in una buona condizione fisica. “Ho preso la mia decisione nelle ultime ore. Non ho avuto particolari problemi alla spalla nelle ultime gare e la seconda parte della stagione è stata positiva per quanto riguarda le mie prestazioni. Questo inverno quindi, oltre al solito lavoro di allenamento, farò anche un'attività più specifica per rafforzare la spalla. Probabilmente fra qualche anno dovrò operarmi, ma non volevo rischiare di presentarmi al via del campionato 2016 ancora convalescente e quindi ho preferito rimandare l'intervento e concentrare la mia preparazione invernale sul rafforzamento della muscolatura intorno alla spalla sinistra", ha detto Iannone, che sarà presente all’ultimo test previsto a Jerez de la Frontera venerdì 27 novembre.

TAGS:
MotoGP
Iannone
Ducati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X