TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

MotoGP, le pagelle del Sachsenring: Marquez padrone, baratro Iannone

di LUCA BUDEL

MotoGP, le pagelle del Sachsenring: Marquez padrone, baratro Iannone

MARC MARQUEZ – VOTO 9,5
Al Sachsenring si muove come nella sua cameretta. Insomma potrebbe correre anche al buio visto il livello di confidenza con questo asfalto. Così mette in fila l’ottavo trionfo di fila e passa in testa al mondiale con un’agilità che mette paura.
 
JONAS FOLGER – VOTO 9
La Yamaha clienti ci aveva abituato ai guizzi di Zarco. Al Sachsenring invece è stato Folger a prendersi il palcoscenico tenendo testa al fenomeno MM93. Jonas si arreso solo negli ultimi chilometri centrando un podio che, al primo anno tra i grandi. ha il sapore dell’impresa.
 
DANI PEDROSA – VOTO 7,5
È’ come le lucine dell’albero di Natale, si accende e si spegne a intermittenza. Qui DP26 ha trovato la luminosità necessaria per partecipare alla festa della Honda. Nonostante l’andamento altalenante  è quinto nel mondiale a 26 punti dal compagno di squadra.
 
MAVERICK VINALES – VOTO 7
Fa una fatica bestiale in qualifica e nella prima parte della gara, poi si trasforma in un missile capace di infilare anche il il prestigioso compagno di squadra. Per tornare Top Gun occorre recuperare un po’ di fiducia ma stavolta il ragazzo non cade e riesce a limitare i danni.
 
VALENTINO ROSSI – VOTO 6,5
Una settimana dopo il numero di Assen piomba quasi nell’anonimato. È la dimostrazione di quanto l’interpretazione delle gomme Michelin stia influendo su questa stagione. Naturalmente il discorso vale per tutti. Comunque VR46 è lì, a 10 punti appena dalla vetta.
 
ANDREA DOVIZIOSO – VOTO 6
Punta sulla mescola morbida e perde inevitabilmente la scommessa. Nella seconda parte della corsa fa ricorso all’esperienza per evitare un crollo che avrebbe potuto avere conseguenza ancora più pesanti sulla classifica.  
 
JORGE LORENZO – VOTO 4,5
Il solito lampo iniziale prima di spegnersi e chiudere ancora una volta fuori dai primi 10. Un mezzo disastro dopo essersi illuso di aver recuperato  la bacchetta magica per gestire la Desmosedici.
 
ANDREA IANNONE – VOTO 4
Kevin Schwantz, uomo simbolo nella storia della Suzuki, lo bacchetta alla vigilia della gara. La replica di Iannone arriva puntuale. Un altro volo e la zavorra del sedicesimo posto nel mondiale, preceduto pure da Loris Baz. Un anno fa la Suzuki era abituata ad altro.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

Foto 13

AFP

Foto 14

AFP

Foto 15

AFP

Foto 16

AFP

Foto 17

AFP

Foto 18

AFP

Foto 19

AFP

Foto 20

AFP

Foto 21

AFP

Foto 22

AFP

Foto 23

AFP

Foto 24

AFP

Foto 25

AFP

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28
Foto 29
Foto 30
Foto 31
Foto 32
Foto 33
Foto 34
TAGS:
Motogp
Sachsenring
Gp germania

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X