F1, la Red Bull spedisce Kvyat in Toro Rosso

Il pilota russo punito per l'incidente con Vettel. Nel Gp di Spagna sarà sostituito da Verstappen. Marchionne: "Per me il caso è chiuso"

Kvyat-Vettel, foto Ansa

Altro che stop and go di dieci secondi per il doppio tamponamento a Vettel: la punizione per Daniil Kvyat arriva dalla Red Bull che, a quattro giorni dal gp di Sochi, ha deciso di retrocedere il pilota russo nella scuderia satellite della Toro Rosso per il prossimo GP di Spagna. Al suo posto Max Verstappen, il 18enne della motorizzata Ferrari che avrà così l'opportunità di guidare al fianco di Daniel Ricciardo.

"Max ha dimostrato di essere un talento straordinario - spiega il team principal della Red Bull, Christian Horner -. Le sue prestazioni alla Toro Rosso sono state impressionanti e siamo lieti di potergli dare l'opportunità di correre per la Red Bull. Ci troviamo nella posizione privilegiata di avere 4 piloti tra Red Bull e Toro Rosso tutti sotto contratto a lungo termine, possiamo fare degli interscambi con flessibilità. Kvyat continuerà il suo lavoro di sviluppo alla Toro Rosso, in una squadra che gli è familiare. Avrà l'opportunità di ritemprarsi e mostrare tutto il suo potenziale".

MARCHIONNE: PER ME CASO CHIUSO

La Red Bull ha 'punito' il pilota russo Daniil Kvyat dopo i tamponamenti alla Ferrari di Sebastian Vettel? "Non voglio giudicare cosa hanno fatto quelli della Red Bull, perché sono dei concorrenti", risponde Sergio Marchionne. Poi aggiunge: "E' stato un incidente spiacevole, credo che Kvyat si sia scusato con Seb. Per me l'incidente è chiuso, se poi avrà conseguenze in termine di regolamenti lo deciderà la Fia".

TAGS:
Formula 1
Daniil Kvyat
Red Bull
Toro Rosso