SportMediaset

L'Inter frena a Verona: finisce 3-3

Niente sorpasso alla Fiorentina: occasione persa per la squadra di Mancini

L'Inter frena a Verona: finisce 3-3

Partita spettacolare a Verona con l'Inter che impatta sul 3-3 e perde l'occasione di sorpassare la Fiorentina al terzo posto. I nerazzurri partono forte e all'8' trovano il vantaggio con Murillo, ma poi subiscono la reazione dei gialloblù. Tra il 12' e il 16' sono Helander e Pisano a battere Handanovic. Nelle ripresa il 3-1 gialloblù con Ionita, ma la formazione di Delneri si fa rimontare dalle reti di Icardi e Perisic.

LA PARTITA

L'Inter si mangia le mani, ma esce dal Bentegodi con un punto guadagnato visto l'evolversi del match. Una rimonta, da 3-1 a 3-3, che però non cancella i moltissimi problemi della squadra di Mancini. Centrocampo praticamente inesistente e difesa più che traballante senza lo squalificato Miranda. Il Verona, infatti, tre gol in una partita non li aveva mai segnati in questa partita. E oggi sono arrivati tutti nella stessa maniera: tre colpi di testa che fanno molto male ai nerazzurri. Colpa della difesa a zona e dei cm lasciati ai giocatori gialloblù. Tanto cuore per l'ultima in classifica che ha, addirittura, sfiorato più volte il gol del 4-3. In campo non si è visto il divario in classifica di 30 punti.

Al Bentegodi il primo tempo che non ti aspetti. La partenza è tutta interista: prima Palacio si divora un gol facile facile da limite dell'area piccola, poi dal calcio d'angolo successivo arriva lo stacco imperioso di Murillo su Pazzini per la rete dello 0-1 all'8'. La crisi dei nerazzurri sembra essere alle spalle e la partita in discesa. E invece no perché gli uomini di Mancini dopo 10 minuti spengono l'interruttore. La difesa a zona su corner e punizioni non funziona proprio e Marrone mette la palla sulla testa di Helander e di Pisano. Dal 12' al 16' l'incolpevole Handonovic è così costretto a raccogliere per due volte la palla in fondo alla rete. Risultato ribaltato in quattro minuti con Mancini allibito in panchina. Euforia inaspettata, invece, su quella gialloblù. I ritmi non si abbassano e Brozovic sfiora l'"epic gol" con una semirovesciata dal limite dell'area.

Nella ripresa Mancini inserisce Perisic per il nervoso Felipe Melo, ma il 4-2-4 nerazzurro fatica molto nei primi minuti. Così arriva anche il 3-1 di Ionita: un altro colpo di testa sempre sul calcio d'angolo battuto da Marrone. Inter al tappeto che, però, trova la forza di rialzarsi. L'euforia del doppio vantaggio costa cara al Verona che molla la presa e Icardi morde subito, in posizione dubbia, su assist di Perisic. Sale la formazione ospite e Palacio spreca un'altra occasione limpidissima per il pari. El Trenza, però, si fa perdonare confezionando l'assist per il 3-3 di Perisic al 78'. Partita pazza perché il neoentrato Gilberto centra il pari e l'ex Juve Romulo sfiora l'eurogol con un pallonetto dal limite dell'area. Poi è Icardi a fallire il colpo del ko girando di testa una palla molto ghiotta. Finisce con un pareggio che non fa felice nessuno.

LE PAGELLE

Toni 6,5 - Lotta come un leone, c'è su tutti i palloni lanciati in avanti da suoi compagni. Corre e torna più volte in ripiegamento. Gli manca solo il gol.

Fares 6,5 - Alla prima da titolare vola sulla fascia sinistra e ripaga la fiducia di Delneri. L'algerino classe 1996, da poco rientrato dalla frattura di tibia e perone è un interessante prospetto. Se imparasse anche a difendere...

Felipe Melo 4,5 - Fa confusione in mezzo al campo. Dopo l'ammonizione, che gli costerà la partita con la Fiorentina, sfiora il cartellino rosso per via della sua foga eccessiva e inutile. Resta negli spogliatoi dopo i primi 45 minuti.

Brozovic 5 - Verticalizza poco e perde molti palloni. Il croato entra poco in partita e non incide. Da applausi solo la conclusione in semirovesciata dal limite dell'area.

Gollini 7 - Due miracoli su Palacio e una super parata su Eder giustificano il bel voto. E' sicuro tra i pali e non ha paura di nulla nelle uscite. Peccato per l'intervento goffo in occasione del 3-3 di Perisic.

IL TABELLINO

VERONA-INTER 3-3
Verona (4-4-2)
: Gollini 7; Albertazzi 6,5, Moras 6,5, Helander 6,5, Pisano 6,5; Wszolek 6,5 (36' st Romulo sv), Ionita 6,5, Marrone 7, Fares 6,5 (15' st Gilberto 6); Toni 6,5 (23' st Gomez 6), Pazzini 6. A disp.: Coppola, Marcone, Bianchetti, Emanuelson, Greco, Jankovic. All.: Delneri 7
Inter (4-3-3): Handanovic 5,5; Nagatomo 5, Murillo 5, Juan Jesus 5, Telles 5 (38' st Biabiany sv); Brozovic 5, Felipe Melo 4,5 (1' st Perisic 6,5), Kondogbia 5,5; Palacio 5,5, Eder 5 (45' st Ljajic sv), Icardi 6. A disp.: Carrizo, D'Ambrosio, Santon, Correia, Popa, Medel, Gnoukouri, Biabiany, Manaj. All.: Mancini
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 8' Murillo (I), 12' Helander (V), 16' Pisano (V), 12' st Ionita (V), 16' st Icardi (I), 33' st Perisic (I)
Ammoniti: Felipe Melo, Telles (I), Wszolek, Fares, Marrone (V)
Espulsi: -

TAGS:
Inter
Serie A
Verona