Champions, tutto facile per il Liverpool: col Porto basta lo 0-0

I Reds volano ai quarti grazie al 5-0 rifilato ai lusitani in trasferta all’andata. Palo di Manè nel primo tempo

Champions, tutto facile per il Liverpool: col Porto basta lo 0-0

Nessuna sorpresa ad Anfield nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra Liverpool e Porto. Il 5-0 inflitto all’andata dai Reds ai lusitani funge da anestetico su una sfida che regala poche emozioni e che si conclude a reti inviolate: il Liverpool vola così ai quarti. L’occasione migliore capita a Manè, che al 31’ colpisce il palo. Nella ripresa chance per Firmino da un lato e Oliver Torres dall’altro, ma lo 0-0 non si schioda.

Prima del match i ventidue in campo e gli spettatori di Anfield ricordano Davide Astori con un minuto di silenzio. Lo 0-5 dell’andata lascia poco spazio ai sogni di gloria del Porto, tanto che lo stesso Klopp lascia inizialmente in panchina Salah. La gara infatti parte su ritmi soft: la prima occasione potenziale è per il Porto al 9’, ma sul bel lancio di Andrè Aboubakar manca l’aggancio e l’azione sfuma. Con il passare dei minuti il Liverpool cresce e Manè diventa protagonista: prima (18’) conclude in spaccata, con la palla che termina di poco fuori; poi (31’) si produce in un gran diagonale sul quale Casillas non arriva, ma il palo gli nega la gioia del gol. Quattro minuti più tardi è ancora Liverpool, ma il colpo di testa di Lovren finisce oltre la traversa. In chiusura di tempo i Reds protestano per un contatto in area tra Moreno e Felipe, ma l’arbitro non interviene. Al riposo si va così con il punteggio ancora bloccato sullo 0-0. Il Porto prova a fare qualcosa in più in avvio di ripresa: al 4’ ci prova Maxi Pereira dalla distanza, con il pallone che termina di poco a lato; tre minuti più tardi Waris si libera di un paio di avversari e conclude a rete, ma Karius riesce a deviare. I pericoli maggiori però li crea sempre il Liverpool. Come al 14’, quando il diagonale di Firmino sembra destinato alla porta, ma Felipe in scivolata salva i suoi. Al 25’ sono i portoghesi a protestare con l’arbitro Zwayer quando, dopo un contatto in area con Lovren, Corona finisce a terra, ma il direttore di gara lascia ancora correre. Nel finale Klopp regala qualche minuto anche a Salah, che entra al posto di Manè e subito si mette in luce con un paio di iniziative interessanti. Al 34’ è però il Porto a sfiorare il gol con Corona, il cui destro sfiora il palo. Ma l’occasione migliore è quella del 39’, quando Oliver Torres calcia a botta sicura ma Lovren salva tutto. Finisce senza reti, ma nel tripudio di Anfield.

TAGS:
Champions League
Liverpool
Porto

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X