Nba: Belinelli lancia i Sixers, Celtics e Warriors ok

L'azzurro segna 15 punti contro i Magic, settima gioia di fila per Philadelphia. Boston sbanca New York e Golden State piega Oklahoma. Super Lillard fa volare i Blazers

Nba: Belinelli lancia i Sixers, Celtics e Warriors ok

Nella notte Nba, Belinelli segna 15 punti nella vittoria di Philadelphia contro Orlando 116-105, settima gioia consecutiva per i Sixers. Boston sbanca New York 121-112 e Golden State piega Oklahoma 112-80. Un grande Lillard segna 40 punti, di cui gli ultimi quattro decisivi, nel successo di Portland in casa dei Suns 106-104. Tornano a sorridere i Jazz che stendono Dallas 97-90: dodicesimo successo nelle ultime tredici gare.

PHILADELPHIA 76ERS-ORLANDO MAGIC 116-105
Un treno in corsa che non intende fermarsi, al Wells Fargo Center di Philadelphia i Sixers piegano anche Orlando e conquistano la settima vittoria consecutiva anche grazie a Marco Belinelli che, in uscita dalla panchina, chiude la sua performance con 15 punti, 2 assist e 2 rimbalzi in poco più di 27 minuti di partita. Il migliore della serata, però, è il camerunense Joel Embiid con una doppia doppia da 28 punti e 14 rimbalzi. Bene anche Simmons (17 punti) e Redick (16) coi Sixers sempre settimi nella Eastern Conference ma ora vicini al sesto posto dei Bucks. Ai Magic non basta la buona serata di Gordon (20 punti), Fournier (16) e Vucevic (15) per evitare la quinta sconfitta di fila.

NEW YORK KNICKS-BOSTON CELTICS 112-121
Un grande Kyrie Irving trascina Boston alla vittoria al Madison Square Garden: la guardia statunitense piazza 31 punti (con 8 assist e 9 rimbalzi) per il secondo successo di fila dei Celtics che battono i Knicks alla nona sconfitta nelle ultime dieci gare. La seconda forza della Eastern Conference porta sei uomini in doppia cifra con sugli scudi anche Brown (24), Rozier (14) e Horford che piazza una doppia doppia da 13 punti e 10 rimbalzi. Cinque uomini in doppia cifra per New York con Burke (26), Hardaway Jr (17) e Beasley (15) su tutti.

GOLDEN STATE WARRIORS-OKLAHOMA CITY THUNDER 112-80

Ancora super Golden State alla Oracle Arena di Oakland, seconda vittoria consecutiva (la quinta nelle ultime sei) per la seconda forza della Western Conference che batte i Thunder che capitolano dopo due vittorie. Cinque uomini in doppia cifra per i Warriors che ringraziano la splendida serata di Kevin Durant, autore di 28 punti, e il solito Stephen Curry che ne piazza 21. Bene anche Young con 16 punti. Oklahoma ci prova con Westbrook (doppia doppia da 15 punti e 12 rimbalzi), Anthony e Adams che ne segnano 14 a testa, ma arriva comunque un ko per la settima forza del gruppo Ovest.

PHOENIX SUNS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 104-106
Vittoria praticamente sulla sirena per Portland che stende i Suns sul parquet della Talking Stick Resort Arena di Phoenix. Un successo griffato Damian Lillard che chiude la sua partita con 40 punti e 10 rimbalzi, e che segna gli ultimi quattro punti quando i suoi si trovavano sotto 104-102. I Blazers quinta forza a Ovest sorridono anche grazie a McCollum (21 punti) e alla doppia doppia del bosniaco Nurkic (14 punti e 13 rimbalzi), mentre ai Suns fanalino di coda non bastano Booker (30 punti), Warren (19) e le doppie doppie di Payton (13 punti e 11 assist) e Len (11 punti e 13 rimbalzi).

UTAH JAZZ-DALLAS MAVERICKS 97-90
Ricomincia la cavalcata dei Jazz che alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City tornano a vincere dopo lo stop imposto ieri dai Blazers. Per Utah arriva, così, la dodicesima vittoria nelle ultime tredici partite, decimo posto nella Western Conference per continuare a sognare un posto nei playoff. Dallas capitola sotto i colpi di Donovan Mitchell (25 punti) e Favors (14), con Gobert a piazzare una doppia doppia da 13 punti e 10 rimbalzi. Per i Mavericks bene Barea (17 punti e 12 assist), Ferrell (13 punti), McDermott (12) e Dirk Nowitzki (12 punti e 10 rimbalzi).

MIAMI HEAT-MEMPHIS GRIZZLIES 115-89

Risultato mai in discussione all’American Airlines Arena di Miami dove gli Heat stendono Memphis, ritrovando un successo che mancava da tre partite. Ben sei uomini in doppia cifra per Miami che trova in Tyler Johnson il top scorer della serata con 23 punti, bene anche Winslow con 17 punti e la coppia Richardson-Ellington con 15 punti a testa. Per i Grizzlies, Harrison segna 17 punti, Davis 14 e Green chiude con una doppia doppia da 10 punti e 11 rimbalzi ma arriva comunque la nona sconfitta di fila. Miami ottava nella Eastern Conference, Memphis al dodicesimo posto ad Ovest.

MINNESOTA TIMBERWOLVES-CHICAGO BULLS 122-104

Al Target Center di Minneapolis vittoria importante dei Timberwolves, terza forza ad Ovest, che piegano i Bulls, dodicesimi a Est alla terza sconfitta consecutiva. Minnesota ringrazia la splendida serata di Jeff Teague, top scorer del match con 25 punti, mentre Wiggins ne segna 23. Doppie doppie per Towns (22 punti e 13 rimbalzi) e Gibson (19 punti e 10 rimbalzi). Per Chicago bene Zach LaVine (21 punti), Portis (15) e Nwaba (14).

SACRAMENTO KINGS-LOS ANGELES LAKERS 108-113
Seconda vittoria consecutiva per i Los Angeles Lakers che sbancano il Golden 1 Center di Sacramento, in una sfida tra due squadre al momento fuori dalla zona playoff nella Western Conference. Grande protagonista della serata per i Lakers è stato Kentavious Caldwell-Pope con 34 punti all’attivo, in totale addirittura sette uomini in doppia cifra con Thomas (17), Ingram (13) e Randle (12 punti e 13 rimbalzi) in evidenza. Per i Kings bene Bogdanovic e Hield autori di 21 punti a testa e Willie Cauley-Stein che firma una doppia doppia da 18 punti e 15 rimbalzi.

TAGS:
Basket
Nba
Belinelli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X