Doping, Schwazer notifica il ricorso alla Fidal

Il marciatore azzurro vuole andare a Rio. Il legale: "Quello di Alex è un profilo antidoping"

Doping, Schwazer notifica il ricorso alla Fidal

E' stato depositato al Tribunale antidoping e notificato questa mattina alla Fidal il ricorso che i legali di Alex Schwazer hanno presentato contro la decisione della Iaaf di sospendere il marciatore azzurro trovato positivo al doping. A renderlo noto è stato Gerhard Brandstaetter, legale del marciatore altoatesino: "Abbiamo notificato il ricorso alla Fidal tramite Pec - spiega -, sottolineando l'assoluta urgenza della risposta".

I termini per andare a Rio, ormai, sono davvero strettissimi: il 18 luglio, lunedì prossimo, scadono infatti definitivamente le iscrizioni ai Giochi. "Noi stiamo andando avanti per la nostra strada - prosegue Brandstaetter -. L'ultimo parere raccolto, in ordine di tempo, è quello di un luminare olandese che ha rimarcato quello che hanno già detto in tanti: quello di Alex è un profilo antidoping".

TAGS:
Atletica
Doping
Alex schwazer